Lunedi, 24 luglio 2017 ore 12:30  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CRONACA

'La targa a Borsellino nel quartiere Pistoia è già stata sostituita'

L'intervento  del Comitato di quartiere “Insieme per Pistoia si può”

La-targa-a-Borsellino-nel-quartiere-Pistoia-gi-stata-sostituita
Lunedì 17 Luglio 2017 - 20:31

“Facendo seguito alla nota del Movimento Nazionale per la Sovranità, pubblicata oggi dalla vostra testata giornalistica, ci sembra doveroso intervenire per ristabilire un po’ di ordine.

Già nella giornata di sabato scorso era stata divulgata un’altra nota, a nome di Roberto Rizza e del gruppo di lavoro per la città #resetCatanzaro in cui si annunciava la loro presenza nel quartiere Pistoia il prossimo 19 luglio, anniversario della strage di via D'Amelio, per ricordare la memoria del giudice Paolo Borsellino e degli agenti della sua scorta e per sostituire la targa commemorativa.

La questione di fondo, però, è che il nostro Comitato, proprio nella stessa giornata di sabato 15 luglio, all’interno della prima edizione dei giochi di quartiere, ha provveduto alla sostituzione della suddetta targa commemorativa.

Abbiamo contattato Roberto Rizza per informarlo della nostra iniziativa e per rammaricarci del fatto che, nell’organizzare la loro giornata del ricordo non avessero sentito l’esigenza di “ascoltare” il Comitato. In realtà, come riferito dallo stesso Rizza, era loro sfuggito il nostro articolo e non c’era stato nessun intento autoreferenziale.

A ciò si aggiunga che l’iniziativa, nei giorni scorsi, è stata divulgata sui giornali on line e, sempre nella giornata di sabato 15 luglio la vostra testata giornalistica ha pubblicato il nostro articolo e, pertanto, oggi non capiamo il senso della nota del Movimento Nazionale per la Sovranità che continua a parlare di inaugurazione di una nuova targa.

MI chiedo quale sia il problema principale: autoreferenzialità, corsa alla visibilità o difficoltà nel leggere le notizie pubblicate sui mezzi di informazione?

Non abbiamo dubbi sulla buona fede di nessuno ma in una piccola città come Catanzaro tali forme di disinformazione fanno riflettere.

In questa sede ribadiamo quanto già detto a Roberto Rizza, ovvero che la nostra iniziativa non risponde ad un mero esercizio della retorica e che la presenza delle istituzioni cittadine si giustifica con la necessità di dover interloquire con tutti al fine di abbattere quel muro di indifferenza e isolamento in cui siamo stati relegati ormai da anni.

All’inaugurazione della nuova targa erano presenti, oltre ad una rappresentanza trasversale della politica cittadina (Sindaco e consiglieri di opposizione), anche i rappresentanti di Libera, dell’associazione carabinieri e dell’associazione della polizia di Stato a dimostrazione del fatto che noi siamo per un dialogo a più voci, al di là di ogni ideologia e oltre ogni colore politico. Noi vogliamo solo trovare soluzioni per il nostro quartiere e riappropriarci della dignità persa.

E considerato che non amiamo le polemiche sterili, rinnoviamo a tutti l’invito, subito accettato dallo stesso Rizza, a cui vanno i nostri ringraziamenti per la disponibilità al confronto dimostrata, di incontrarci il prossimo 19 luglio per ricordare insieme questi eroi del nostro tempo con un minuto di silenzio, auspicando che in futuro ci sia altrettanta attenzione verso il nostro quartiere e che si possa collaborare in un’ottica di rete tra associazionismo, istituzioni pubbliche e private e altre realtà sociali ed economiche della nostra città.

Il Comitato di quartiere

“Insieme per Pistoia si può”



CatanzaroInforma.it
ULTIMISSIME