CIPRIA skin
Venerdi, 15 dicembre 2017 ore 10:57  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CRONACA

Il paradosso dei semafori di via Lucrezia della Valle, Cicas: 'Rischiano di causare incidenti'

'Verde troppo breve. Quando i nuovi semafori intelligenti?

Il-paradosso-dei-semafori-di-via-Lucrezia-della-Valle-Cicas-Rischiano-di-causare-incidenti
Lunedì 25 Settembre 2017 - 19:30

Venendo meno alla sua principale funzione, - scrive in una nota Mariano Carè di Cicas Logistica trasporti a volte il semaforo può causare incidenti: è quello che ogni giorno si rischia in Via Lucrezia della Valle all'incrocio di svolta per Via Conti Falluc -Santa Maria.

I tempi di durata del verde sono troppo brevi, mentre la sosta col rosso permane per cinquanta secondi, creando lunghe code di auto nella direttrice che proviene dal vicino incrocio con via Conti di Loritello (ex concessionaria Renault). Le auto percorrono una curva cieca resa poco visibile dalla folta vegetazione a bordo guardrail, con il rischio di causare tamponamenti sulla fila che si allunga in breve tempo al semaforo in questione - che il disagio si crea particolarmente nelle ore serali, per l'aumento del flusso delle auto circolanti dovuto alla presenza delle  attività commerciali presenti nella Via L. della Valle .

Più verde Bisogna con urgenza allungare i tempi della durata del verde e ridurre quelli del rosso, in coordinazione  naturalmente con l'altro semaforo a scendere  in direzione Via Conti di Loritello-Santa Maria.Come d’altronde era fino ad alcuni mesi fa, quando era ben regolato: poi non si sa cosa sia successo, fatto sta che i tempio sono stati alterati forse a causa di qualche intervento.Premesso che il codice della strada non fissa tempi di durata del semaforo ma lascia all'ente gestore della strada di regolarlo in base al traffico sussistente, basta effettuare una valutazione giornaliera per rendersi conto della incresciosa situazione che molti automobilisti lamentano. Ricordiamo, per inciso, che nella Gazzetta ufficiale del 19 giugno scorso è stato pubblicato il decreto del Ministero dei trasporti del 27 aprile 2017, recante le “Caratteristiche per omologare e installare dispositivi finalizzati a visualizzare il tempo residuo di accensione delle luci dei nuovi impianti semaforici”.Il provvedimento reca le norme in tema di omologazione e installazione dei dispositivi per la visualizzazione del tempo residuo di accensione delle luci degli apparecchi semaforici nuovi, esplicitamente qualificati “countdown”.

E i semafori intelligenti? Si tratta della previsione di congegni elettronici deputati a far visualizzare, da parte degli utenti della strada, il tempo residuo di accensione delle lanterne semaforiche, aiutati dal “conto alla rovescia” che ogni utente della strada dovrà tenere in opportuna considerazione nella gestione delle proprie condotte di circolazione in prossimità delle intersezioni semaforiche dove i dispositivi saranno installati.Detto ciò, in attesa dell'istallazione di questi nuovi semafori “intelligenti”, chiediamo all'amministrazione comunale di rivedere i tempi di regolazione del semaforo nella zona predetta per riportarli allo stato originario, al fine di una migliore circolazione stradale principalmente per prevenire incidenti sempre in agguato in quel punto.

 



CatanzaroInforma.it
ULTIMISSIME