sagra patata
Domenica, 22 ottobre 2017 ore 14:01  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CRONACA

Si è riunita l’assemblea del Distretto Rurale del Medio Jonio e della Valle del Crocchio

Per fare il punto della situazione e procedere ad programmare il futuro del distretto indicando gli organismi di governance

Si-riunita-lassemblea-del-Distretto-Rurale-del-Medio-Jonio-e-della-Valle-del-Crocchio
Sabato 07 Ottobre 2017 - 12:23

Lunedì scorso 2 ottobre nel centro informativo turistico del Comune di Zagarise si è riunita l’assemblea partenariale del Distretto Rurale del Medio Ionio e della Valle del Crocchio, costituita dai comuni e dalle imprese del medio ionio catanzarese rappresentate dagli organismi di categoria che hanno partecipato alla costituzione del distretto: Confagricoltura, Cia e le OP del territorio. L’assemblea in seguito alla delibera di Giunta Regionale n° 100, del 30 marzo, che ha istituito il Distretto Rurale, del Medio Ionio e della Valle del Crocchio ai sensi del D.Lvo 228/2001 e L.R. 13 ottobre 2004, n. 21 e L.R. 31 marzo 2009, ha voluto fare il punto della situazione e procedere ad programmare il futuro del distretto indicando gli organismi di governance, a capo dell’importante Ente è stato indicato il padrone di casa Sindaco di Zagarise Domenico Gallelli.  

Il Sindaco di Zagarise Ha dichiarato che: la Politica Territoriale della Giunta e del Governatore pone al centro i Distretti Rurali quali importanti ed innovativi strumenti di sviluppo delle aree interne e rurali e, questo per la Calabria, rappresenta una novità assoluta nella governance  dei territori. L'iter procedurale che ha portato all'istituzione del distretto, ha avuto inizio poco più di un anno fa' ed è stato, scrupolosamente, seguito dal Comitato Promotore del distretto Rurale è stato istituto in tempi record, ed è già attivo nei processi di sviluppo locale, in quanto sta operando in continuità con la misura 19 del PSR Calabria 2014-20 sviluppo Leader, nel distretto è stato individuato uno strumento economico-amministrativo congruo per un territorio svantaggiato e frammentato, geograficamente situato tra i comuni di Simeri Crichi a sud e Belcastro a nord e, per le aree montane, fra i comuni di Pentone a sud e Petronà a nord."

Gli altri comuni Alla soddisfazione  del presidente  Domenico Gallelli, si sono uniti gli Amministratori dei Comuni del territorio e di Sellia Marina, poiché l’assemblea ha confermato la sede legale nel Comune marino. Al distretto hanno aderito i comuni dell’area della Valle del Crocchio e del Medio Ionio catanzarese e i rappresentanti del settore agricolo, ambientale e del turismo. Il partenariato costituito dagli Enti Locali, dalle Organizzazioni Agricole, Sindacali e del Turismo sarà rappresentato nel Consiglio Direttivo del distretto, per la parte privata da Confagricoltura Catanzaro con Il Presidente Walter Placida, che ha dichiarato che: “il distretto rappresenta un sistema integrato di sviluppo dal basso per le aree rurali e per la diversificazione delle aziende agricole e agroforestali, l’importanza del distretto nel comparto agricolo è determinante per le scelte future di programmazione e organizzazione dei fattori produttivi in un ottica di gestione integrata dei servizi aziendali e dalla Cia Calabria Centro con il Presidente Maria Grazia Milone, che ha dichiarato che è importante la rappresentanza femminile nei processi di sviluppo locale anche in agricoltura le donne rappresentano, innovazione e sviluppo . 

Oltre settanta soggetti Il partenariato territoriale costituito da più di 70 soggetti pubblico-privati è l’espressione di un percorso partenariale delle  aree rurali ed interne del catanzarese che vede impegnati i tecnici Pantaleone Mercurio e Luisa Caronte, che hanno, delineato le fasi di programmazione del Distretto Rurale. La dottoressa Caronte ha tracciato le linee programmatiche del piano di distretto disciplinato dalla legge regionale n° 21, tracciando in prospettiva la costituzione di un contratto di distretto con il MIPAF, per la valorizzazione e la competitività delle imprese agricole e del territorio.

Effetto traino La strategia di distretto parte con la filiera olivicola-olearia attraverso  Il Coltivare Rigenerativo, per trainare i restanti prodotti tipici dell’area, istituendo contratti di rete fra le micro filiere territoriali e proseguendo con la contestuale ed integrata valorizzazione dei paesaggi rurali,  la prevenzione e difesa del suolo , il potenziamento delle agroenergie, l’ uso salutare delle risorse (dieta mediterranea) e di fruizione turistica, il tutto rivolto ad "un’economia rigenerativa”, intesa come implementazione di processi, finalizzati a “rigenerare” invece di “esaurire”, i cui prodotti dovranno essere concepiti in modo da collaborare con i cicli vitali . Il dottore  Mercurio, ha tracciato il modello organizzativo che vede nella società consortile un ottimale forma di società per il miglioramento e la competitività delle imprese ha inoltre dichiarato che Distretto rurale rappresenterà la governance istituzionale,  la sinergia e l’integrazione fra pubblico e privato nella sana gestione delle risorse per lo sviluppo del territorio. Il Sindaco di Zagarise ha ringraziato i partners per la fiducia accordata nella gestione e organizzazione della futura società consortile e ha rimandato tutti partners per la seduta costitutiva della società consortile in presenza del Notaio.

 

 



CatanzaroInforma.it
ULTIMISSIME
Picchia il figlio in strada, arrestata
Domenica 22 Ottobre 2017