Mercoledi, 22 novembre 2017 ore 21:25  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
POLITICA

Morte Colosimo, Abramo: 'Ci ha lasciato l'ultimo grande saggio della città. Ai funerali il gonfalone del Comune'

Il sindaco: 'Senza la sua intelligenza, la sua sottile ironia, soprattutto la sua immensa generosità, confesso di sentirmi smarrito'

Morte-Colosimo-Abramo-Ci-ha-lasciato-l-ultimo-grande-saggio-della-citt-Ai-funerali-il-gonfalone-del-Comune
Sabato 21 Ottobre 2017 - 19:0

“Un grande uomo, un benefattore, un mecenate della cultura e dello sport. Ci ha lasciato l’ultimo, grande saggio della città. Senza la sua intelligenza, la sua sottile ironia, soprattutto la sua immensa generosità, confesso di sentirmi smarrito. L’ho sempre avuto accanto, in tutti i momenti difficili. Bastava un suo sguardo, bastava una sua parola per farmi sentire più forte. L’ultimo suo “capolavoro” è stato il salvataggio della nostra squadra di calcio. Con discrezione, ma con determinazione e intuito, ha condotto per mano tutti noi verso il traguardo. E come dimenticare il suo sterminato amore per la cultura, per il nostro teatro Politeama, per la lirica, che lo ha portato a finanziare spettacoli che altrimenti non avremmo potuto permetterci? Giovanni Colosimo è stato tutto questo. Lo porterò per sempre nel cuore, assieme a mio padre Antonio, come insostituibile riferimento morale.” Il sindaco Sergio Abramo, visibilmente commosso, ha voluto così rendere omaggio alla figura del cavaliere Giovanni Colosimo, storico imprenditore della città e della Calabria. Il primo cittadino ha annunciato che ai solenni funerali in Cattedrale ci sarà il gonfalone della città, schierato dagli agenti della Polizia locale. “Ricordo con commozione – ha detto ancora il sindaco – la cerimonia dello scorso marzo, quando il Consiglio comunale, su mia proposta, gli conferì la cittadinanza onoraria. Giovanni mi disse che quello era stato uno dei giorni più belli della sua vita. Egli ha amato Catanzaro in maniera straordinaria. Abbiamo il dovere non solo di non dimenticarlo, ma di indicare la sua fulgida figura come esempio straordinario a tutte le nuove generazioni. Un uomo che si è fatto da solo e che ha raggiunto i più importanti traguardi nella vita e nella professione, sempre senza compromessi e sempre salvaguardando i suoi grandi valori”.



ULTIMISSIME