guglielmo
Martedi, 21 novembre 2017 ore 18:36  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CRONACA

Scomparsa di Giovanni Colosimo, il cordoglio del mondo dello sport e della cultura

Il ricordo di Floriano Noto, Paolo Abramo, Ludovico Abenavoli, GIanvito Casadonte,  il gruppo comunale di Forza Italia, quello di Obiettivo Comune il movimento Fare per Catanzaro

Scomparsa-di-Giovanni-Colosimo-il-cordoglio-del-mondo-dello-sport-e-della-cultura
Domenica 22 Ottobre 2017 - 12:12

Anche il mondo della cultura e dello sport si uniscono al cordoglio per la scomparsa di Giovanni Colosimo.

Catanzaro calcio. Il presidente Floriano Noto e tutta la società del Catanzaro Calcio esprimono cordoglio per la morte del cavaliere Giovanni Colosimo. «Non è facile manifestare con poche parole – afferma il presidente Noto - il profondo dolore che ho provato nell’apprendere la notizia della morte del caro Giovanni al quale mi legava, in pratica da sempre, una sincera amicizia. Pur conoscendo le sue gravi condizioni di salute, ho sperato sino alla fine che potesse vincere anche questa battaglia, lui che era un tenace di natura, un combattente e per tutti noi imprenditori un modello da seguire per quella capacità, innata, di non demordere mai. La mia famiglia perde un interlocutore privilegiato, un punto di riferimento e soprattutto un amico; l’intera Calabria dice addio a un uomo illuminato, un saggio, capace di costruire una grande azienda in un territorio non semplice per fare impresa. Grazie davvero, Giovanni, per gli insegnamenti che ci ha dato, per la tua umiltà, per la tua presenza discreta ma determinate in ogni occasione. Anche per questa avventura chiamata “Catanzaro Calcio”, che abbiamo intrapreso assieme ai miei fratelli – conclude il presidente - ascoltando i tuoi consigli e i tuoi suggerimenti. Un caro abbraccio a tutta la tua famiglia che, certamente, saprà far tesoro della tua eredità di uomo e imprenditore, proseguendo il cammino che hai indicato».

Gianvito Casadonte. Si dice spesso degli uomini brillanti che hanno vissuto una vita straordinaria; mai, come nel caso di Giovanni Colosimo quest’affermazione è vera e calzante – afferma il sovrintendente del Teatro Politeama, Gianvito Casadonte - Figura dalle grandi qualità morali e professionali, ha saputo imporsi nel mondo dell’imprenditoria, compiendo notevoli sacrifici.  È stato amato dalla famiglia e dagli amici più stretti, però anche molto stimato da quanti hanno avuto, come il sottoscritto, il piacere di conoscerlo nel corso della sua lunga e meravigliosa vita. I successi nel mondo del lavoro lo hanno riportato, dopo decenni passati all’altro capo del mondo, nell’amata terra natale, la Calabria, in cui ha saputo imporsi all’attenzione e all’ammirazione di tutti per quanto fatto. Benefattore e mecenate, sempre attento alla crescita culturale di Catanzaro, favorita con importanti investimenti a sostegno dell’attività del Teatro Politeama, ha fatto incetta di titoli, come la laurea ad honorem, e riconoscimenti di grande prestigio, ricevendo anche la cittadinanza onoraria del capoluogo. Ecco perché, in un momento di comprensibile profondo dolore, il mio pensiero e l’affettuosa vicinanza vanno ai suoi familiari, “orfani”, come tutti noi, di una personalità di altissimo profilo.

Paolo Abramo. Bastava uno sguardo per capirsi. Una parola per comprendere un intero discorso. Giovanni Colosimo è stato un Amico, di quelli che ti porti nel cuore. E’ quanto afferma Paolo Abramo, già Presidente della Camera di Commercio di Catanzaro e, ora, Presidente Onorario del Cinema Teatro Comunale. <Al cordoglio del Presidente Paolo Abramo si associa quello del direttore artistico del Comunale, Francesco Passafaro.

Ludovico Abenavoli. In qualità di Presidente della Onlus La Fenice di Catanzaro, esprime a nome suo e di tutti i soci il più vivo cordoglio per la scomparsa del Cavaliere Giovanni Colosimo e la vicinanza alla famiglia in questo momento. Catanzaro perde una figura di riferimento sia come città che come comunità. Il Cavaliere Colosimo con il suo esempio ha contribuito alla crescita del tessuto economico cittadino e al rilancio dell’imprenditoria catanzarese, in un momento congiunturale difficile. Un’eredità importante, che le future generazioni hanno l’obbligo di rinnovare.

Gruppo comunale Forza Italia e di Obiettivo Comune. “Con la scomparsa del cavaliere Giovanni Colosimo, Catanzaro e la Calabria perdono uno dei suoi figli più illustri, simbolo e testimone dell’imprenditoria di successo, un esempio di riferimento capace di coniugare l’impegno nel lavoro con la sensibilità culturale e l’impegno sociale. Rimarranno per sempre indelebili i ricordi legati alla giornata dello scorso 10 marzo quando il Consiglio comunale ha voluto conferire a Colosimo la cittadinanza onoraria, il massimo riconoscimento fortemente voluto da tutto l’assise che in quella giornata ha condiviso uno straordinario momento di crescita raccogliendo in eredità la significativa lezione di vita del cavaliere. La classe dirigente calabrese e le nuove generazioni di imprenditori avranno l’onere di tenere sempre vivo il ricordo di un grande uomo che fino all’ultimo con le sue azioni ha rappresentato l’esempio concreto di come la determinazione e l’orgoglio possano consentire di raggiungere straordinari risultati. A tutta la famiglia Colosimo rivolgiamo, quindi, i più profondi sentimenti di cordoglio e di vicinanza”. 
Fare per Catanzaro Esprimiamo a nome del gruppo consiliare e del suo capo gruppo Sergio Costanzo e del direttivo di #fareperCatanzaro il nostro personale e sincero cordoglio per la scomparsa del cavaliere Colosimo, e la nostra solidarietà per un dolore che sappiamo essere  così forte e profondo. E’ difficile immaginarlo non più accanto ai sui cari e alla nostra città alla quale tanto ha dato, ma l’affetto tenero e straordinario che sempre ha provato e dimostrato verso tutti, di sicuro, rende ciò resta di una separazione assai dolorosa un qualcosa di più sopportabile. Siamo certi che, proprio perché forte di quel suo “saper coltivare sentimenti e affetti”  non verrà mai dimenticato e resterà come esempio straordinario per le generazioni future. 

 



CatanzaroInforma.it
ULTIMISSIME