Venerdi, 15 dicembre 2017 ore 13:14  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
MUSICA E SPETTACOLO

Concerto di Povia, Noi Con Salvini: 'Tutti a Decollatura'

Una sinistra atonica scarica la sua rabbia sul cantante 

Concerto-di-Povia-Noi-Con-Salvini-Tutti-a-Decollatura
Mercoledì 06 Dicembre 2017 - 17:50

A proposito degli articoli comparsi ieri sui giornali locali, di accompagnamento alla esibizione del cantautore Povia in programma lunedì a Decollatura (CZ), interviene Antonio Chiefalo coordinatore della sede catanzarese del Movimento Noi con Salvini.

“La sinistra, tutta, - scrive - ci ricasca: atonica e disinteressata ai veri problemi, si riattiva solo per bersagliare un artista colpevole di cantare idee diverse. Noi, viceversa, siamo fermamente convinti della necessità che il pensiero, correttamente manifestato, debba sempre e comunque essere messo nelle condizioni di potersi palesare.

Non importa classificare le posizioni del cantautore e tuttavia ci preme esercitare questa difesa d’ufficio avverso uno plotone accecato dalle suggestioni di Boldrini e Fiano.

I titoli dei comunicati stampa, “quel concerto non si deve fare” e “Povia è un razzista, gli organizzatori di Decollatura ci ripensino”, sono eloquenti e violenti come i loro contenuti e disvelano la debolezza di una sinistra a pezzi e cieca che si occupa di Povia invece di perdere il sonno per il lavoro che manca, per un pauperismo che non accenna a placarsi, per una regione allo sbando e per l’industria degli ingressi di immigrati irregolari che succhia ogni risorsa.

Mai nessuno penserebbe di fermare Guccini o Jovanotti o semplicemente di bloccare l’edizione 2017 dello Zecchino d’oro perché un pezzo, dall’eloquente titolo “mediterraneamente”, incoraggia l’accoglienza dei immigrati. La sinistra nostrana invece, che di democratico, come di PD, porta solo il nome, spende il suo tempo per soffocare ciò che non è gradito e di questo passo, scambiandola per “saluto romano”, chiederà l’incriminazione dei vigili urbani che alzeranno la mano per regolare il traffico!

Siamo indignati. Il vero pericolo, conclude Chiefalo, è solo questa tracotante voglia di imbavagliare, manifestata da chi, ancora una volta, ha perso l’occasione per tacere.

Tutti a Decollatura, al concerto di Povia.



ULTIMISSIME