Martedi, 16 gennaio 2018 ore 18:21  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
SCUOLA E UNIVERSITA'

Petronà, a scuola torna 'la giornata del talento'

Ospiti di questa edizione Teresa Caligiuri e Filippo Marchio 

Petron-a-scuola-torna-la-giornata-del-talento
Sabato 23 Dicembre 2017 - 8:0

L’idea è tanto semplice quanto concreta: darà l’opportunità a ogni discente di esprimere un talento. Tema libero, entusiasmo straripante, epilogo scontato: emozioni a iosa. La storia si ripete: ha riscosso un grande successo la terza edizione della giornata del talento. L’appuntamento con la creatività ha avuto luogo ieri nella scuola primaria e la la scuola secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo “Corrado Alvaro”di Petronà.

La giornata, come lo scorso anno, è stata dedicata a Mario Perri, ex talentuoso centravanti dell’u.s. Petronà, scomparso lo scorso anno. Come nelle scorse edizioni, prima si presentano gli ospiti che esprimono un talento e dopo è la volta della creatività, fantasia, dell’espressività dei ragazzi e delle ragazze. Teresa Caligiuri è maestra di canto. Ha frequentato il conservatorio e ha anche tanto talento. Teresa Caligiuri ha interpretato la cantante Whitney Houston, mostrando una voce che strappa applausi e impone silenzio. Altro ospite: Filippo Marchio. A Petronà dire Filippo Marchio e dire arte è la stessa cosa: sinonimi. Filippo Marchio, coautore a Petronà di un bellissimo crocifisso ligneo, ha portato a scuola solo una parte delle sue sculture e dei suoi dipinti, invitando i ragazzi “a coltivare l’arte che avvina alla bellezza e allontana dalle cose brutte come la droga.” Dopo gli ospiti, ecco i ragazzi e le ragazze. Alcuni allievi hanno cantato o suonato, altri hanno mostrato esperimenti o oggetti inventati o assemblati come i lego, altri ancora ha riscosso applausi con il disegno e arti marziali. Ce n’è abbastanza per dire che la giornata del talento, nella scuola rappresentata dalla dirigente Rosetta Falbo, merita di essere riproposta anche il prossimo anno: i discenti ci tengono e gli educatori non obiettano.

Enzo Bubbo



ULTIMISSIME