Martedi, 16 gennaio 2018 ore 12:40  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
SPORT

Catanzaro Calcio, Onescu suona la carica in vista del derby

Dal punto di vista personale sono contento di aver terminato il castigo imposto dalla squalifica e non vedo l'ora di tornare a disposizione per dare una mano al gruppo

Catanzaro-Calcio-Onescu-suona-la-carica-in-vista-del-derby
Giovedì 28 Dicembre 2017 - 14:5

«La Reggina? Sembra in difficoltà viste le ultime partite, noi però dobbiamo pensare unicamente a fare il nostro perchè solo così riusciremo a portare a casa un risultato positivo». Non si fida delle apparenze, Onescu, e da giocatore di esperienza qual è preferisce richiamare l'attenzione dei compagni sulla prossima sfida che vedrà il suo Catanzaro opposto agli amaranto di mister Maurizi. La sconfitta di Caserta ha ovviamente lasciato il segno nel morale della truppa, mai come questa volta decisa a riscattarsi per chiudere bene il 2017 e regalare una soddisfazione ai tifosi prima della pausa invernale. «La sfida del "Pinto" va dimenticata in fretta - ha sottolineato il centrocampista rumeno - sia per ciò che concerne il risultato che per quanto riguarda il gioco espresso nel secondo tempo. Vedendola da fuori mi è sembrata una partita equilibrata all'inizio, poi cambiata nella ripresa dove si è forse peccato di poca cattiveria. Non siamo riusciti a fare granché e vogliamo riscattarci subito. Dal punto di vista personale sono contento di aver terminato il castigo imposto dalla squalifica e non vedo l'ora di tornare a disposizione per dare una mano al gruppo». Il dato negativo dei pochi punti raccolti in trasferta in questa prima parte di campionato non lo spaventa eccessivamente, infondo, come ricorda, «tutte le squadre che giocano in casa ci mettono qualcosa in più: succede al Catanzaro al "Ceravolo" ed è normale che anche gli altri, sui loro campi, lo facciano»; la tendenza dovrà comunque cambiare perché è vero che «l'obiettivo rimane la salvezza» e che «la classifica attuale è tutto sommato giusta» ma sarebbe davvero un peccato non tentare qualcosa in più.

Gianfranco Giovene 



ULTIMISSIME