Martedi, 16 gennaio 2018 ore 12:51  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CRONACA

Guardie Onore Reali Tombe Pantheon, messa in suffragio per Re Vittorio

La solenne manifestazione liturgica officiata da Don Franco Cittadino presso la Chiesa di San Nicola di Catanzaro si è svolta oltre che alla presenza della massima carica regionale

Guardie-Onore-Reali-Tombe-Pantheon-messa-in-suffragio-per-Re-Vittorio
Martedì 02 Gennaio 2018 - 11:25

Il 28 dicembre la Delegazione di Catanzaro e Vibo Valentia dell’Istituto Nazionale per la Guardia d’Onore alle Reali Tombe del Pantheon ha organizzato una Messa in suffragio del Re Vittorio Emanuele III, nella ricorrenza dei 70 anni della sua scomparsa. La solenne manifestazione liturgica officiata da Don Franco Cittadino presso la Chiesa di San Nicola di Catanzaro si è svolta oltre che alla presenza della massima carica regionale l’Ispettore Marcello FloroDe Nardo e delle Guardie d’Onore Catanzaresi e Vibonesi anche con la partecipazione di una Delegazione dell’Istituto Nazionale del Nastro Azzurro, dell’ANCRI di Catanzaro e dell’Associazione Calabria in Armi. Il Delegato provinciale, Giacomo  Mannino, nel ringraziare i partecipanti ha anche inteso ricordare la figura di Antonio Palaia di Tocco, Delegato pro-tempore prematuramente scomparso. A margine della manifestazione sono state presentate alla Delegazione 4 nuove Guardie d’Onore: Stefano dott. Bertini, Franco dott. Didiano, avv. Pasqualfabrizio Alessandro Augusto Francica mayo di Panaia e Giorgio dott. Versea. “Vittorio Emanuele Ferdinando Maria Gennaro di Savoia, Re Vittorio Emanuele III nasce a Napoli, l’11 novembre 1869 e viene a mancare ad Alessandria d’Egitto il 28 dicembre 1947. Il suo lungo regno (quarantasei anni) ha visto, oltre alle due guerre mondiali, l'introduzione del suffragio universale maschile e femminile, la nascita delle prime importanti forme di protezione sociale, la composizione della questione romana, il raggiungimento dei massimi confini territoriali dell'Italia unita, le maggiori conquiste in ambito coloniale (Libia ed Etiopia). Per la sua partecipazione alla Grande Guerra e la sua vittoria venne appellato Re Soldato e Re Vittorioso”; Il Delegato Giacomo Mannino così ha introdotto la figura del penultimo Re d’Italia concludendo citando i versi de “Per il Re” di Gabriele d’Annunzio.



CatanzaroInforma.it
ULTIMISSIME