Sabato, 17 febbraio 2018 ore 22:39  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
SCUOLA E UNIVERSITA'

Petrucci:trasformazione urbanistica di Catanzaro dal medio evo ad oggi

Seminario all’Istituto tecnico per Geometri

Petruccitrasformazione-urbanistica-di-Catanzaro-dal-medio-evo-ad-oggi
Giovedì 01 Febbraio 2018 - 10:6

All’ Istituto Tecnico per Geometri “R. Petrucci” di Catanzaro il seminario dal titolo “La città disegnata. Per un’immagine dell’urbanistica storica di Catanzaro” organizzato e curato dal professor Roberto Marullo ha avuto come qualificato e apprezzato relatore l’architetto Oreste Sergi Pirrò, il quale, attraverso la proiezione di piante, disegni e schizzi storici ha raccontato una storia importante, quella urbanistico-architettonica della città di Catanzaro. Durante il seminario è stata descritta una città con un abitato che presenta, per chi vi giunge la prima volta e ne osserva l’immagine urbana, forti indicatori urbanistici contraddittori, ma solo a prima vista. Tale percezione è giustificata in parte da un effettivo “disordine” urbanistico ma, non appena si giunge nel cuore della città, ci si rende conto che il centro storico di quella che fu l’antica acrocittà normanna è ancora oggi caratterizzato da elementi, sia architettonici che urbanistici, simbolo della memoria e dell’identità del luogo. Antichi quartieri, storiche fabbriche monastiche e conventuali, remoti distretti parrocchiali e vecchi toponimi sono ancora oggi il volto di Catanzaro che nei secoli si è sempre rinnovato mantenendo, tuttavia, l’antico e originario aspetto ritratto spesso da storici, studiosi e viaggiatori stranieri che rimasero sempre affascinati da questa città sospesa tra la presila e la costa jonica, una “fortezza ben costruita”, come a metà del XII sec. la definì il geografo islamico Idrisi. Gli studenti interagendo attraverso un proficuo dibattito hanno avuto modo di percorrere l’evoluzione urbanistica della città riuscendo a comprendere come ancora oggi sia possibile riconoscerne l’antico e originario assetto, nonostante la sregolata espansione edilizia degli anni ’60 e ’70 del secolo scorso abbia trasformato l’immagine della città. Un excursus che è riuscito attraverso l’esplicitazione di diversi argomenti a stimolare l’attenzione degli studenti in un incessante rimando alla memoria storica della città.



ULTIMISSIME