Sabato, 17 febbraio 2018 ore 22:40  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
SPORT

Us, Corado 'El Turu': qui squadra solida e piazza calda

Prima conferenza stampa in giallorosso dell'ex Matera 

Us-Corado-El-Turu-qui-squadra-solida-e-piazza-calda
Giovedì 08 Febbraio 2018 - 18:35

Voltare pagina rispetto al passato non proprio brillante di Matera, aiutare il gruppo a centrare l'obiettivo playoff e giocarsi tutte in una mano le chances di un'eventuale riconferma: sono questi gli obiettivi personali dell'argentino Gaston Corado, da poco sbarcato in giallorosso dalla città dei sassi e già lanciato da Dionigi in campo per una manciata di minuti nella gara interna contro il Bisceglie. Per "El Turu", quest'oggi, è arrivato il momento delle presentazioni ufficiali con le prime dichiarazioni a stampa e tifosi da giocatore del Catanzaro. «Arrivo qui con tanta voglia - ha detto la punta - Ad inizio stagione avevo abbracciato l'avventura di Matera pensando di poter fare un anno migliore rispetto a quello precedente ma nonostante volessi fare bene, in una squadra comunque importante, non sono riuscito ad esprimermi come avrei desiderato. Non sono abituato a cambiare squadra a metà anno - ha proseguito - in Argentina non si fa così, ma quando il Catanzaro ha manifestato il suo interesse, ho deciso subito di accettare. Questa squadra è fatta per lottare per i playoff, ha una società solida ed una piazza calda: voglio dare il mio contributo al gruppo ed è per questo che mi sono messo subito a disposizione del mister». Più propenso al lavoro di centravanti puro che non a quello di alfiere lontano dalla porta - «faccio salire la squadra, proteggo la palla, genero spazi e faccio a sportellate ma il mio compito è finalizzare» - il ventinovenne non ha nascosto le difficoltà ad inserirsi nel gioco del suo ex tecnico Auteri; in giallorosso però si troverà a dover sudare parecchio per ottenere una maglia da titolare visto che nello stesso ruolo Dionigi spera di poter contare a lungo soprattutto su Infantino: «Con il lavoro cercherò di ritagliarmi lo spazio giusto - è stato il suo commento - Sarà l'allenatore a decidere chi schierare ma tutti dovremo essere sempre pronti e al cento per cento. Il gioco qui mi piace - ha sottolineato - ci sono tante verticalizzazioni, tanti cross dalle fasce e sono contento di aver trovato ciò che volevo». Chissà che domenica, contro la Sicula, non lo si possa vedere in campo per qualche altro minuto, magari nella ripresa; proprio sul prossimo match del "Ceravolo", l'argentino ha voluto richiamare l'attenzione dei suoi: «Prevedo una partita dura - ha detto - I siciliani sono un gruppo che può vincere e perdere contro chiunque. Sono forti davanti ma rischiano tanto dietro e dovremo essere abili noi ad approfittarne»

VERSO LA SICULA – Con in testa già l’appuntamento di domenica, l’intera truppa si è ritrovata quest’oggi a Giovino per proseguire la preparazione. Allenamento diretto da mister Dionigi, tornato in città dopo l’assenza giustificata di ieri; menù del giorno: movimenti e schemi in fase sia offensiva che difensiva. Domani penultima seduta mattutina.       C

CORDOGLIO - La notizia della scomparsa di Bruno Pace, indimenticato mister delle aquile nella stagione più esaltante - quella del 1981/82, vissuta dal Catanzaro nella massima serie e terminata con uno straordinario settimo posto in classifica - è stata accolta nelle scorse ore con grande commozione da parte del club giallorosso. Con una nota apparsa quest'oggi sul proprio sito ufficiale, la società Catanzaro e il presidente Floriano Noto hanno voluto per questo rivolgere il proprio cordoglio alla famiglia del tecnico pescarese ricordandone le gesta sportive che resteranno patrimonio di un'intera città.

Gianfranco Giovene 



ULTIMISSIME