Venerdi, 15 dicembre 2017 ore 13:16  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
SANITA' E SALUTE

Scura stoppato dal Prefetto: accolte le censure del Comitato Salviamo l'Ospedale Pugliese

E il Comitato apprezza quanto fatto dal Prefetto

Scura-stoppato-dal-Prefetto-accolte-le-censure-del-Comitato-Salviamo-l-Ospedale-Pugliese
Martedì 12 Gennaio 2016 - 13:44

Riceviamo e pubblichiamo. 

"L’Ospedale Pugliese insiste da decenni nella città di Catanzaro e identifica la città capoluogo erogando, con continuità e senza interruzioni, prestazioni sanitarie di qualità di cui beneficiano oltre 60 mila persone. La chiusura del detto presidio ospedaliero, che si estende per 40 mila metri quadrati, lederebbe il diritto alla sanità e all’assistenza sanitaria della comunità. Ecco perché a seguito della paventata chiusura del Pugliese è nato il nostro Comitato che ha, sin da subito, svolto iniziative di sensibilizzazione (ad oggi sono state superate le 11 mila firme) nonché notificato ai vari soggetti ed enti coinvolti atti e segnalazioni e diffide. Tra questi vi è l’atto del 17 dicembre con cui il Comitato ha chiesto, in ordine alla annunciata soppressione dell’Ospedale Pugliese, al Prefetto di Catanzaro, alla luce della varie illegittimità riscontrate, un intervento diretto a bloccare lo smantellamento dello straordinario Ospedale Pugliese. A seguito della detta richiesta di intervento, il Prefetto di Catanzaro,  Luisa Latella, in data 23 dicembre ha ricevuto una delegazione del Comitato, tra cui il Presidente  Francesco Pitaro, nonché il Presidente della Confcommercio di Catanzaro,  Pietro Falbo, da sempre al fianco del Comitato . Nel corso del detto incontro, Francesco Pitaro ha esposto i vizi che inficiano il procedimento amministrativo, avviato dal Commissario Scura, e diretto alla soppressione dell’Ospedale Pugliese, nonché le conseguenze negative che deriverebbero per la città e la comunità dalla cancellazione del Pugliese. Con l’atto, recante la stessa data del 23/ il Prefetto di Catanzaro, ha scritto al Commissario, Scura, ed ha, di fatto, stoppato l’illegittima soppressione del Pugliese che la Commissione Paritetica, convocata da Scura, aveva già deciso con la contestuale previsione della costruzione di un altro edificio nella località Germaneto. In particolare nel detto atto il Prefetto di Catanzaro dopo avere fatto riferimento all’incontro avuto con il Comitato e alle adesioni raccolte dallo stesso nonché ai vizi denunciati dal Comitato ha affermato che” In particolare, è stato lamentato il mancato coinvolgimento nell’iter procedurale della società civile, ma, soprattutto, è stata rimarcata la omessa convocazione al tavolo paritetico relativo al procedimento amministrativo de quo del Comune di Catanzaro, interessato territorialmente anche dal programmato trasferimento dei reparti dell’Ospedale Pugliese nella zona del Policlinico Universitario. Tanto si sottopone  per le conseguenti valutazioni di competenza, significando che l’assenza a tavoli formali del Comune di Catanzaro, competente per territorio, potrebbe effettivamente inficiare le procedure seguite”. Ed allora, il Comitato aveva visto giusto segnalando, sin da subito, le manifeste illegittimità relative al procedimento, attivato dal Commissario Scura, e al quale è stato impedita la partecipazione di soggetti che costituiscono, sotto il profilo giuridico/amministrativo, parti essenziali la cui assenza inficia e invalida i conseguenti atti terminativi. Non può che esprimersi apprezzamento per il tempestivo intervento del Prefetto di Catanzaro,  Luisa Latella, che ha ricevuto la delegazione del Comitato e ascoltato le censure sollevate dallo stesso, che hanno riguardato una problematica molto delicata involgente il diritto alla salute, e che ha con immediatezza segnalato la omessa convocazione di parti essenziali e necessarie, che determinano la illegittimità degli eventuali conseguenti atti adottandi, allo stesso Commissario Scura. Ogni atto amministrativo deve essere frutto di un percorso procedimentale corretto e aderente alle norme di legge e tali obblighi di legge devono essere ancor di più rispettati allorquando si tratta, come nel caso che occupa, di delicatissimi procedimenti amministrativi che incidono sul diritto alla salute e all’assistenza sanitaria della comunità e che involgono anche aspetti di tipo urbanistico".

Il Comitato “Salviamo l’Ospedale Pugliese”



ULTIMISSIME