Martedi, 25 luglio 2017 ore 20:27  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
SPORT

Una tavernese nella Grande Mela. Maratoneta per motivi di studio

Tra 50mila della New York Marathon che si è svolta domenica anche Carmen Durante che sta frequentando il master internazionale in coaching ad alte prestazioni. I 42 chilometri? Facevano parte del suo piano di studio

Una-tavernese-nella-Grande-Mela-Maratoneta-per-motivi-di-studio
Giovedì 10 Novembre 2016 - 15:42

Tra i “ tanti turisti magri “ che nella “ città che non dorme mai “ hanno partecipato alla Ing. New York City Marathon anche Carmen Durante, trapiantata a Roma ma tavernese doc. La neo maratoneta, con laurea in Comunicazione e Marketing  a La Sapienza, domenica 6 novembre era tra gli oltre 50 mila concorrenti non solo per provare l’ebbrezza dell’arrivo in Central Park ma per motivi di studio.  Infatti, la concittadina di Mattia Preti, sta frequentando il Micap del Dottor Cerè, master internazionale in coaching ad alte prestazioni. Prima una prova di sopravvivenza, una settimana in Val Sessera, Biella, e poi, come da piano di studio, la 42 km nella Grande Mela. Superate entrambe a pieni voti. In particolare nella maratona, la nostra dottoressa, ha chiuso in 4:40’29” dopo essere passata in 2:09’55” ai 20 km, 28984° posizione assoluta e 1612° tra i nostri connazionali presenti in 2878. Buona la prova considerando che si è trattata della prima esperienza di una “ studentessa “ e non di una podista a tempo pieno. Oltre all’aspetto squisitamente agonistico da sottolineare che “ la maratona, ti sfida, ti fa conoscere una parte di te che ancora non sapevi di avere, ti porta ad una condizione fisica e mentale esasperata, che riesci a gestire solo se corri avendo una giusta motivazione “.              



ULTIMISSIME