Domenica, 20 agosto 2017 ore 13:35  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
SCUOLA E UNIVERSITA'

All'Istituto De Nobili incontro culturale con Francesco Bevilacqua

L'autore di Lettere Meridiane ha incontrato gli studenti 

All-Istituto-De-Nobili-incontro-culturale-con-Francesco-Bevilacqua
Mercoledì 21 Dicembre 2016 - 16:19

Francesco Bevilacqua , autore di “Lettere Meridiane”, giorno 17 dicembre 2016, ha incontrato gli alunni delle classi quinte dell’indirizzo Scienze Umane dell’I.I.S De Nobili di Catanzaro e una rappresentanza di alunni del Liceo Classico Galluppi di Catanzaro, nell’ambito del Gutenberg d’Autunno e della Rassegna Culturale “viaggio nel mondo della Cultura e delle Arti”, oramai giunta alla sua terza edizione. La rassegna, voluta dalla dirigente del De Nobili , Maria Bordino, e dal referente dell’iniziativa, Roberto Chiarella, in collaborazione con il Bookland di Catanzaro, rappresentato da Fabiola Lacroce, ha come obiettivo quello di sensibilizzare, motivare e  far conoscere agli alunni tematiche utili alla loro crescita personale e  culturale, con un programma di massima che verrà ufficializzato tra qualche settimana e  vedrà protagonisti intellettuali e scrittori di spessore nazionale.   

A condurre l’incontro  Maria Rosaria Pedullà che, insieme a Antonietta Sestito, ha seguito e guidato gli alunni nella lettura del testo, fornendo spunti di riflessione esplicitati, poi, nel dibattito. Pregevole il lavoro anche di Elisa Brogneri, che ha selezionato foto relative agli straordinari siti archeologici, ai suggestivi paesaggi calabresi e alle ricche tradizioni calabresi, che custodiscono  preziosi elementi identitari.

 Al termine della discussione intrapresa con gli alunni presenti, fortemente interessati ed attenti,  Bevilacqua, dopo avere risposto alle loro domande e dopo aver sollecitato ulteriori riflessioni in merito alla necessità di ripensare la nostra identità al di là degli strereotipi deformanti , si è accomiatato mostrandosi visibilmente emozionato e dichiarando la sua esoddisfazione  per aver  “piantato un seme” nell’animo dei ragazzi, da cui nasceranno positivi frutti  utili alla loro  crescita formativa e a quella della società calabrese.

 



ULTIMISSIME