Lunedi, 24 luglio 2017 ore 07:01  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
ARTE E CULTURA

Casa Sanremo, l'orafo Michele Affidato al servizio anche del soclale

Non solo spettacolo 

Casa-Sanremo-l-orafo-Michele-Affidato-al-servizio-anche-del-soclale
Mercoledì 08 Febbraio 2017 - 12:45

 

Il maestro orafo Affidato, testimonial dell’Unicef per la Calabria, è stato ospite di un convegno che si è tenuto nella tarda mattinata di martedì 7 a Casa Sanremo, al teatro Limoni, riguardante la tematica dei migranti, argomento che tocca direttamente la Calabria ed il territorio crotonese, rispettivamente regione e città del maestro. Affidato in qualità di testimonial Unicef, si è seduto al fianco del presidente nazionale Unicef Giacomo Guerrera, al Patron di “Casa Sanremo” Vincenzo Russolillo e al popolare giornalista e critico musicale Dario Salvatori. Immediatamente prima del suo intervento, il maestro ha ricevuto in dono,  dalle mani del presidente Guerrera, un almanacco fotografico riassumente i 70 anni dell’Unicef. All’orafo calabrese l’onore di aprire il convegno. Porti i saluti di rito agli astanti e ai correlatori, ha pronunciato parole profonde a difesa dei soprusi subiti dai bambini di tutto il mondo ed in favore dei diritti dei migranti. Il presidente Guerrera ha rimarcato quanto ancora oggi sia difficile la cultura dell’accoglienza, finanche in nazioni emancipate e ricche. Il presidente Guerrera si è complimentato con Affidato per la sua attiva collaborazione dimostrata sin oggi come testimonial Unicef. Momento particolarmente toccante è stato il ricordo del direttore di Rai Basilicata, Fausto Taverniti, scomparso alcuni mesi fa, giornalista sempre presente ed attento a tutti gli eventi di “Casa Sanremo”. L’impegno sociale del maestro è continuato nell’immediato pomeriggio con la presentazione del premio “Musica contro le mafie”. Il premio, giunto alla sua 7a edizione, si prefigge di gratificare quegli artisti che con la loro musica hanno contribuito a diffondere un modello culturale da contrapporre a quello mafioso. Due i premiati di quest’anno, gli artisti Mujura e Molla. Ad entrambi è andato il bassorilievo in argento creato dal maestro Affidato e consegnato dalle stesse mani dell’artista. Presente alla premiazione il direttore artistico del progetto Gennaro De Rosa che ha dichiarato: “Musica contro le mafie” è un impegno continuo, con questa associazione andiamo in giro per le scuole e l’impegno antimafia non si limita alla realizzazione di una canzone o di un momento, “Musica contro le mafie è questo: Impegno, consapevolezza, cittadinanza attiva e responsabile". Intanto si susseguono gli eventi in occasione del Festival di Sanremo, dove le diverse creazioni di Affidato saranno consegnate agli artisti del Festival. Spicca in particolare il premio cover, raffigurato da una chiave di violino che, giovedì sera premierà la canzone più bella interpretata dai big.



ULTIMISSIME