Lunedi, 25 settembre 2017 ore 06:14  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
SPORT

Us Catanzaro, Erra: 'Il vento ha condizionato la gara'. E Giovinco: 'La solitudine? L'abbiamo meritata'

Clima tra i più neri nel dopo partita, la salvezza si profila come missione impossibile. Il mister su Icardi 'nervoso': 'Chiariremo nelle sedi opportune'

Us-Catanzaro-Erra-Il-vento-ha-condizionato-la-gara-E-Giovinco-La-solitudine-L-abbiamo-meritata
Domenica 19 Marzo 2017 - 18:6

La voce sommessa di Erra, gli occhi quasi lucidi di Giovinco, l’estrema franchezza di Prestia: è un post gara terribilmente amaro, quello del “Ceravolo”, con i giallorossi distrutti dalla mancata vittoria e in aperta crisi per il tonfo in classifica. Un’altra chance è stata sprecata: ora, per dirla con le parole del tecnico, raggiungere la salvezza sarà davvero una «mission impossibile».

«C’è amarezza – ha esordito l’allenatore delle aquile in sala stampa – purtroppo il vento ha condizionato la gara e ci ha impedito spesso di esprimerci su un buon livello; nel primo tempo potevamo certamente essere più incisivi perché avevamo la spinta a favore, nel secondo invece abbiamo corso qualche rischio di troppo. Abbiamo giocato un tempo per uno ed è un peccato che sia finita così».

Visti i risultati dagli altri campi, la situazione ora è quasi drammatica: «Che fosse difficile ne ero a conoscenza dal primo giorno – ha ribadito il tecnico – Se non si è riusciti ad invertire la rotta in nove mesi è difficile farlo in uno ma guai ad arrendersi di fronte alle difficoltà: chi fugge è vigliacco, noi invece dobbiamo avere la forza di affrontare il momento e superarlo. In ambienti sportivi blasonati come Catanzaro è normale che il peso psicologico sia diverso in queste situazioni: chi indossa questa maglia deve saperlo e deve dimostrare un certo spessore». Chiaro il riferimento alla mancanza di carattere del gruppo e ai comportamenti non proprio consoni tenuti spesso da alcuni dei suoi. Come quello di Icardi, fin troppo nervoso oggi alla sostituzione: «Chiariremo nelle sedi opportune – ha aggiunto Erra – E’ un ragazzo del ’96 e probabilmente un po’ di riposo gli gioverà». Ugualmente demoralizzato Giovinco, autore di una prova degna di nota condita con la marcatura dal dischetto: «Commentare questo pareggio è difficile – ha detto il numero dieci davanti a microfoni e taccuini – Oggi era importante vincere e avremmo dovuto fare di più con il vento a favore. La solitudine dell’ambiente? Ce la siamo meritata: in primis è colpa nostra ma per uscirne abbiamo davvero bisogno di tutti».

Netto anche qui il giudizio su Icardi: «Ha sbagliato, pagherà le conseguenze». Più franco l’altro protagonista assoluto della gara, il centrale Prestia, divenuto ormai una colonna del reparto arretrato: «Dobbiamo trovare la forza per risollevarci – è stato il commento a caldo del palermitano - Non ci possiamo permettere di retrocedere e per questo già da martedì dovremo compattarci e ripartire. Per uscire dal tunnel occorrerà iniziare a vincere anche in trasferta e più che guardare all’avversario di turno bisognerà guardare a noi stessi. Questo pareggio ha il profumo di sconfitta e la contestazione è assolutamente meritata».

Gianfranco Giovene



ULTIMISSIME
Viale Isonzo, una ferita rimasta aperta
Domenica 24 Settembre 2017