Domenica, 24 settembre 2017 ore 14:05  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Alchimia
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CRONACA

Il consiglio comunale non delibera la pratica e la città perde 200.000 euro di finanziamenti per la cultura

In fumo la progettazione per la realizzazione del polo museale dedicato agli strumenti musicali che avrebbe potuto implementare indirettamente anche l'attività del conservatorio

Il-consiglio-comunale-non-delibera-la-pratica-e-la-citt-perde-200000-euro-di-finanziamenti-per-la-cultura
Lunedì 20 Marzo 2017 - 14:58

Un rimpallo burocratico che però sa molto di politico. E così Catanzaro perde l’ennesimo finanziamento destinato alla cultura. Ben  200mila Euro finalizzati alla realizzazione di un polo museale riservato agli strumenti musicali con annesse attività didattiche, e non solo, in materia. A denunciarlo sui social network è il consigliere comunale Roberto Rizza. Ma è una denuncia che fa seguito alle tante sollecitazioni che negli scorsi mesi sono arrivati da più parti.

UN PROGETTO CHE AVREBBE POTUTO ESSERE DI SOSTEGNO ANCHE AL CONSERVATORIO

Senza considerare che, malgrado questo progetto non fosse strettamente legato alle attività didattiche del conservatorio, avrebbe potuto comunque implementarle senza costi aggiuntivi per l’amministrazione che al momento ha riservato all’istituzione di formazione musicale 75.000 euro.

IL CONSIGLIO COMUNALE NON HA DELIBERATO IL PARTENARIATO NONOSTANTE LA LETTERA DI INTENTI GIA' INVIATA AL MINISTERO

Chi ha seguito il progetto fin dall’inizio individua la responsabilità di ciò nell’inerzia di un consiglio comunale che non  ha deliberato l'approvazione della pratica avente ad oggetto il progetto "Musica, Memoria e Multimedia" ideato dall'associazione, che sarebbe stata beneficiaria del cofinanziamento, A.R.P.A. insieme ad altre cinque associazioni che avevano deciso di spostare il contributo dal comune di Isca a quello di Catanzaro. L'amministrazione avrebbe dovuto dare seguito ad una lettera di intenti firmata dal sindaco e già inviata al ministero a cui era necessario essere conseguenziali con una delibera di consiglio che accettava il partenariato al progetto.

Giulia Zampina

 



CatanzaroInforma.it
ULTIMISSIME
Viale Isonzo, una ferita rimasta aperta
Domenica 24 Settembre 2017