auchan
Sabato, 1 ottobre 2016 ore 05:09
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
CRONACA

Quelli che... si sparano vernice: in citt  spopola il €˜paintball€™

Non è palla avvalenata, è pallina colorata. Il successo di un gioco che viene da lontano 

Quelli-che-si-sparano-vernice-in-cittagrave-spopola-il-agravepaintballagrave
Mercoledì 09 Novembre 2011 - 12:2

Palla avvelenata? Chi non se lo ricorda, gioco di movimento a volte praticato anche nell'ora di "ginnastica" (oggi guai a chiamarla ancora così...) a scuola decenni fa, e al giorno d'oggi un po' in disuso.  Ma questa non è palla avvelenata, è palla pitturata, potremmo dire. E poi pallina, più che palla. Insomma, stiamo parlando del "paintball", nuova entrata fra le attività ludico - sportive a Catanzaro. 

Chiariamo subito: cos'è questo paintball? Nato nel 1976 in America fu giocato per la prima volta usando una pistola a vernice per segnare gli alberi; da lì in poi il paintball è diventato rapidamente popolare raccogliendo una folta schiera di appassionati in tutto il mondo. Il succo (colorato) del paintball è "eliminare" l'avversario colpendolo con delle palline di gelatina riempite di vernice colorata, sparate mediante appositi fucili ad aria compressa chiamati marker, marcatori. 

Data la velocità d'impatto, la capsula del proiettile si rompe colpendo l'obiettivo e rilasciando la vernice sulla tuta dell'avversario: contrassegnato una volta da una paintball, il giocatore è eliminato e per rientrare deve attendere un tempo prestabilito o l'inizio della partita successiva. Insomma, volendo è proprio un'evoluzione della palla avvelenata di cui sopra, e va detto subito che si svolge in tutta sicurezza e soprattutto è... incruento.

«Questo gioco - spiegano Vitaliano Aloi e Antonio Aloi, referenti dell'Associazione Paintball Catanzaro Asd - viene praticato anche a livello agonistico, in competizioni e campionati; si gioca in un campo predisposto con ostacoli che servono ai giocatori per ripararsi dagli avversari. È uno sport di gruppo fatto di intelligenza, velocità, agonismo e adrenalina, oltre che ovviamente di vittorie e sconfitte come in tutti gli sport. È praticabile da maschi e femmine, da sportivi navigati come da persone con la pancetta: non sono necessarie abilità fisiche specifiche, ma non deve mancare la voglia di divertirsi. Giusto evidenziare, poi, che il paintball non è uno sport per "guerrieri": gli strumenti usati sono del tutto sicuri e l'obiettivo è di trascorrere, sudando e divertendosi, qualche ora spensierata». 

L'Associazione Paintball Catanzaro Asd ha un campo attrezzato con vari ostacoli, allestito in via F. Galiani località Janò. «A tutti i giocatori - spiegano ancora Vitaliano e Antonio - viene messa a disposizione l'attrezzatura necessaria costituita dalla maschera, dal marcatore e dal vestiario. Prima di iniziare a giocare, per i principianti viene fatto un briefing con lo staff dove vengono spiegate le regole, si decide assieme quale tipologia di gioco mettere in atto e infine segue un breve allenamento per prendere confidenza con le attrezzature»



CatanzaroInforma.it

ULTIMISSIME
Presentata la festa dell'uva 2016
Venerdì 30 Settembre 2016
I disturbi di deglutizione
Venerdì 30 Settembre 2016