Venerdi, 15 dicembre 2017 ore 11:01  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
CatanzaroInforma.it
CatanzaroInforma.it
ARTE E CULTURA

Comunicazione e Tecnologie per i Beni Culturali: una sinergia vincente

All'Auditorium un incontro sul tema. Interverrà, tra gli altri, il giornalista Alberto Angela

Comunicazione-e-Tecnologie-per-i-Beni-Culturali-una-sinergia-vincente
Martedì 10 Febbraio 2015 - 9:37

Giorno 20 febbraio 2015 a Catanzaro presso l’Auditorium Casalinuovo si terrà l'evento dal titolo “Comunicazione e Tecnologie per i Beni Culturali: una sinergia vincente”, promosso dalla TEA sas e dal suo partenariato, CNR ISTI di Pisa ed Dipartimento di Meccanica dell’UNICAL, nell’ambito del progetto ITACA. Alla tavola rotonda interverranno Alberto Angela, giornalista e divulgatore scientifico, Louis Godart, Consigliere per il Patrimonio Culturale della Presidenza della Repubblica, Mario Oliverio, Presidente della Regione Calabria, Gino Mirocle Crisci, Rettore dell'Università della Calabria, Maria Cristina Misiti, Direttrice dell’Istituto Centrale per il Restauro e la Conservazione del Patrimonio Archivistico e Librario di Roma, Marina Bicchieri, Direttrice del Laboratorio di Chimica del citato Istituto, Elena Console, amministratore TEA s.a.s e Mariangela Pira, giornalista Sky in veste di moderatore. Verranno discussi gli aspetti relativi alle innovazioni nel mondo della diagnostica, restauro, fruizione del patrimonio culturale e le differenti e possibili modalità di comunicazione. Il progetto ITACA (Innovative Tools for cultural heritage ArChiving and restorAtion) è un esempio di questa sinergia. Finanziato dalla Regione Calabria nell'ambito del POR 2007-2013, vede coinvolti il CNR di Pisa come ente di ricerca, un'azienda, la TEA s.a.s. di Catanzaro e l'UNICAL. La ricerca è finalizzata alla sperimentazione di soluzioni innovative per la diagnostica non invasiva e il restauro virtuale dei beni culturali, in particolare di documenti antichi. Il bene architettonico o il manufatto cartaceo, scultoreo o pittorico è studiato, tutelato, ma soprattutto reso fruibile grazie alle modalità accattivanti messe a disposizione dalle moderne tecnologiche, con tutti i vantaggi che ne conseguono. Il dibattito sarà incentrato sulla sinergia tra tecnologia e comunicazione allo scopo di dare una lettura esaustiva della tematica, grazie anche alla partecipazione di relatori appartenenti a mondi diversi, ma il cui incontro si rivela fondamentale per conseguire risultati sempre più soddisfacenti e una conoscenza sempre più profonda dei beni culturali. Le imprese tecnologiche che forniscono i servizi, gli istituti di ricerca che possono vantare una sempre più avanzata attività di sperimentazione, la pubblica amministrazione che ha il dovere istituzionale di tutela, valorizzazione e fruizione del patrimonio artistico. Al mondo della comunicazione e divulgazione scientifica il compito più arduo, ovvero riuscire a sormontare l'ostacolo creato da quelle conoscenze specifiche considerate appannaggio di pochi eletti e quindi ignorate dai più.




ULTIMISSIME