Martedi, 16 gennaio 2018 ore 12:53  feed rss  facebook  twitter
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
Catanzaroinforma.it
RUBRICHE
da Promozione della Salute di Dott. Francesco Talarico

CatanzaroInforma.it: Viaggi e SaluteViaggi e Salute

I numeri di coloro che viaggiano, a vario titolo, nel mondo aumentano sempre più e con essi i problemi di salute correlati.

La maggior parte di essi, ovvero il 53%, viaggia per motivi turistico-ricreativi, il 17% lo fa per motivi di lavoro, il rimanente 30% per varie motivazioni che vanno dagli interessi religiosi alla salute etc

Viaggi internazionali possono provocare rischi per la salute che dipendono sia dalle condizioni di salute del viaggiatore che dal tipo di viaggio prescelto. La prima causa di morbidità e mortalità nel mondo sono gli incidenti. Seguono a ruota le malattie infettive.

I medici e le agenzie di viaggio  possono avere un ruolo importante nel consigliare il viaggiatore tuttavia rimane sotto la diretta responsabilità dello stesso  ricercare le informazioni, capire i rischi  ed adottare le necessarie precauzioni.

Fattori chiave nel determinare i rischi ai quali i viaggiatori sono esposti sono:

- Destinazione

- Durata del soggiorno

- Scopo della visita

- Standard igienici degli hotel

- Standard relativi alla sicurezza alimentare

- Comportamento del viaggiatore

I viaggiatori che intendono visitare determinate destinazioni in un paese in via di sviluppo devono recarsi in un ambulatorio per viaggiatori internazionali (Travel Clinic) o dal proprio medico curante prima del viaggio. La consultazione è particolarmente importante nel caso di soggetti con particolari condizioni di salute (ad es. portatori di malattie croniche)

Questo consulto deve aver luogo 4-6 settimane prima della partenza specie se possono essere richieste varie vaccinazioni. Anche i viaggiatori dell’ultimo minuto possono trarre beneficio da un consulto medico, anche il giorno prima della partenza.

Questo consulto medico indicherà loro le vaccinazioni, i farmaci antimalarici così come altri farmaci da portare in viaggio o strumentazione sanitaria che potrebbe essere necessaria.

Verrà prescritta o si fornirà direttamente una farmacia da viaggio per soddisfare le necessità individuali. E’ consigliabile un check-up dentario prima di recarsi in paesi in via di sviluppo o prima di viaggi prolungati in aree remote. Questo è particolarmente importante per persone con problemi dentari cronici o ricorrenti.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) ha introdotto questa interessante checklist per la valutazione del rischio di chi viaggia, allo scopo di capire la probabilità di andare incontro ad una malattia e l’eventuale gravità della stessa.

Gli elementi di valutazione del rischio comprendono lo stato di salute al momento della partenza, la destinazione, la durata e lo scopo del viaggio, la tipologia di trasporto, lo standard alberghiero scelto, la qualità del vitto e la presenza di comportamenti a rischio.

Per ogni malattia la valutazione del rischio deve comprendere la disponibilità di servizi sanitari appropriati alla destinazione, profilassi, disponibilità di trattamento di eventuali emergenze e presenza di kit di autotrattamento (es kit per la diarrea).

Le destinazioni dove l’alloggio, l’igiene, le condizioni di smaltimento dei rifiuti, l’assistenza medica e la qualità dell’acqua sono d’alto livello pongono relativamente pochi rischi per la salute del viaggiatore, a meno che non vi siano malattie preesistenti. Questo si riferisce alla situazione dei viaggiatori e dei turisti che visitano le principali città e i centri turistici e alloggiano in strutture di buona qualità. Al contrario, le destinazioni dove l’alloggiamento è di qualità scarsa, dove le condizioni igieniche sono inadeguate, i servizi medici non esistono e non si dispone d’acqua potabile, vi sono seri rischi per la salute dei viaggiatori.

Questo vale per esempio per il personale che interviene nelle situazioni d’emergenza e per le agenzie che promuovono lo sviluppo del terzo mondo o per i turisti che si avventurano in aree remote. In queste situazioni devono essere prese precauzioni rigorose per evitare malattie.

La durata della visita, il comportamento e lo stile di vita del viaggiatore sono importanti nel determinare la probabilità di esposizione a molti agenti infettivi e influenzerà le decisioni sulla necessità di certe vaccinazioni o di certi farmaci antimalarici. La durata della visita può anche determinare se il viaggiatore sarà soggetto a marcati cambiamenti di temperatura e di umidità durante la visita o a prolungate esposizioni a inquinamento atmosferico. Lo scopo della visita è d’importanza cruciale in relazione ai potenziali rischi della salute. Un viaggio d’affari in una città dove la visita si svolge in un hotel o in un centro di conferenze d’alto livello o un viaggio turistico in un ben organizzato hotel o centro di vacanze comporta meno rischi rispetto ad un turista che si muova verso aree rurali remote  per turismo o per lavoro. Tuttavia, il comportamento gioca un ruolo importante: per esempio uscire di sera in un’area endemica per la malaria senza prendere le precauzioni necessarie può comportare il rischio di contrarre la malaria. L’esposizione ad insetti, roditori ed altri animali, ad agenti infettivi, ad acqua e cibo contaminati, unitamente all’assenza di facilitazioni mediche appropriate rende il viaggio in molte regioni remote particolarmente pericoloso.

Sono queste le condizioni di particolare rischio per chi si mette in viaggio, per le quali è fortemente raccomandato mettersi in contatto con uno specialista di medicina dei viaggi:

}  Età precoci ed avanzate

}  Gravidanza

}  Disabilità

}  Presenza di malattie croniche

Neonati e bambini sono particolarmente  sensibili ai raggi UV, cambi di altitudini e deidratazione

Per gli anziani occorre considerare prima della partenza lo stato di salute di base.

Alcune linee aeree impongono restrizioni per i viaggi nell’età neonatale e nella fase avanzata della gravidanza. Il viaggio aereo non è raccomandato nell’ultimo mese di gravidanza e fino a sette giorni dopo il parto. La maggior parte delle aviolinee limita l’accettazione delle donne gravide.

Le usuali linee-guida per una gravidanza non complicata sono:

- per gravidanze singole, il volo di lunga distanza è consentito fino alla 36° settimana

- per gravidanze multiple, fino alla 32a settimana

In gravidanza contrarre la malaria o l’epatite E può comportare conseguenze molto serie.

La disabilità fisica non è una controindicazione al viaggio. Compagnie aeree hanno forme di assistenza speciali per i viaggiatori disabili.

I soggetti con malattie croniche devono portare con sé tutti i farmaci necessari per l’intera durata del viaggio. Inoltre devono avere con sé le informazioni sullo stato di salute e le modalità di trattamento utili ai fini di eventuali interventi da parte di medici. Tali informazioni sono necessarie anche ai fini della possibilità di trasporto in aereo di particolari presidi (es. siringhe)

Vediamo adesso alcune peculiarità che riguardano il trasporto aereo e quello su nave.

Nel 2008 hanno viaggiato su navi da crociera 13.000.000 di persone. Il tempo medio di crociera è pari a 7 gg.,  tuttavia molte crociere durano molto più a lungo. Tali crociere lunghe sono proprio quelle che attirano i passeggeri senior. Tali persone, sovente portatrici di malattie croniche, devono necessariamente portare con sé scorte sufficienti delle medicine delle quali hanno bisogno.  Le navi da crociere di grandi dimensioni sono dotate di una medicheria con medico a bordo. Alcune patologie non possono essere trattate a bordo per cui è importante conoscere lungo l’itinerario della nave la presenza di ospedali vicino la costa. I rapidi movimenti delle navi da crociera da un porto all’altro, variazioni degli standard igienico-sanitari, promiscuità di accessi alla nave, affollamento di persone sono tutti fattori predisponenti il diffondersi di malattie infettive a bordo.

In aereo occorre innanzitutto valutare i cambi di pressione. Sebbene le cabine degli aeromobili siano pressurizzate, la pressione aerea in cabina ad altitudine di crociera è più bassa della pressione aerea a livello del mare. Di conseguenza l’ossigeno disponibile è ridotto ed i gas all’interno del corpo si espandono. Durante le varie fasi del volo l’aria in cabina contiene una quantità di ossigeno assolutamente sufficiente per i passeggeri in buona salute. Poiché la pressione dell’aria in cabina è relativamente bassa, la saturazione di ossigeno del sangue è lievemente ridotta, ciò determina  una lieve ipossia (ridotto rifornimento di ossigeno ai tessuti). I passeggeri con malattie cardiovascolari o respiratorie o con certi disordini del sangue come l’ anemia falciforme possono non tollerare bene l’ipossia.

L’aria si espande in tutte le cavità del corpo che contengono aria, come risultato della ridotta pressione dell’aria in cabina. Vi è un’espansione del gas addominale che può provocare malessere che può essere esacerbato dal consumo di bevande contenente anidride carbonica e da certe verdure. Quando l’aeromobile decolla, l’aria esce dall’orecchio medio e dai seni del cranio, generalmente senza causare problemi. Quando l’aeromobile discende, occorre che l’aria possa tornare nell’orecchio medio e nelle cavità sinusali per equilibrare le differenze di pressione. La maggior parte di questi disagi possono essere alleviati sbadigliando, masticando o deglutendo. Se i problemi persistono, è generalmente utile eseguire un’espirazione forzata a bocca e a naso chiuso (manovra di Valsalva).

L’umidità relativa nelle cabine aeree è bassa (generalmente meno del 20%). Una bassa umidità può creare fastidi agli occhi, alla bocca, al naso, ma non provoca rischi alla salute.

Durante i voli di lunga percorrenza, bisogna adottare tutte le misure per evitare la disidratazione. Bisogna bere bevande non alcoliche, come acqua o succhi di frutta, sia prima che per tutto il viaggio.

Fatta eccezione per i casi di severa turbolenza, le persone che viaggiano in aereo raramente soffrono di chinetosi (mal di movimento).

Una prolungata immobilità, particolarmente quando l’individuo è seduto, porta ad una stasi di sangue nelle gambe che provoca gonfiore, durezza e senso di malessere alle gambe. La stasi circolatoria è un fattore predisponente allo sviluppo di trombosi venosa. Nel caso di viaggi aerei, è possibile, ma non scientificamente provato, che altri fattori nell’ambiente del volo possano contribuire a questa patologia.

Il Jet Lag consiste nello sconvolgimento dei ritmi del sonno e degli altri bioritmi circadiani (l’orologio interno del corpo) causata dall’attraversamento di molti meridiani in un breve periodo di tempo, per esempio quando si vola da est a ovest o da ovest ad est. Gli effetti del Jet Lag sono aumentati dalla fatica, dalla disidratazione e dallo stress e possono portare malessere generale, insonnia, indigestione e ridurre la performance fisica e mentale.

Al ritorno dal viaggio i viaggiatori devono essere avvertiti di eseguire un esame medico se:

- soffrono di malattie croniche (malattie cardio-vascolari, diabete mellito, malattie respiratorie croniche, ecc);

- sperimentano malattie nelle settimane che seguono il loro ritorno a casa, specie se accusano febbre, diarrea persistente, vomito, ittero, sintomi urinari, manifestazioni cutanee o infezioni genitali;

- sono stati esposti ad una seria malattia infettiva durante il viaggio;

- hanno trascorso più di 3 mesi in un paese in via di sviluppo

 



ALTRE RUBRICHE
Assunta Panaia - Tamponamento-a-catena-chi-paga-i-danni
da AvvocatoInforma di Assunta Panaia
Stefania Barbieri - Parodontite-la-malattia-che-fa-perdere-i-denti
da Salute & Igiene Orale di Stefania Barbieri
Vanessa Sacco - Aores-way-Nellocchio-dellanticiclone
da Mettiamolacosì di Vanessa Sacco
Avv. Patrizia Barbieri - Lomicidio-didentit-al-vaglio-del-Senato
da Focus Giuridico di Avv. Patrizia Barbieri
Dr Raffaele Mauro - Mal-di-schiena-Pretendete-una-visita
da Percorsi di Benessere di Dr Raffaele Mauro
I nostri lettori - VIENTU-E-GIOVENTU-E-VINTANNI-E-MENU
da Riceviamo e Pubblichiamo di I nostri lettori
Roberta Cricelli - Referendum-sul-referendum-saper-decidere-per-incidere
da Riflessioni allo specchio di Roberta Cricelli
Monica Riccio - Sneet
da Eros/Psyche di Monica Riccio
Isa Mantelli da  Mondo Rosa - Dopo-il-21-Ottobre
da Mondo rosa di Isa Mantelli da Mondo Rosa
Antonio Di Lieto - Seguitemi-con-semplicit
da La bella notizia di Antonio Di Lieto
Danila Letizia - SCENA-VERTICALE-RITORNA-In-TEATRO-A-COSENZA
da L'Inedito di Danila Letizia
Associazione AKOS - La-Akos-a-sostegno-della-maternit-e-dellinfanzia
da Salute e ... dintorni di Associazione AKOS
Massimo Iiritano - Una-citt-finalmente-inquieta
da Contrappunti di Massimo Iiritano
Dott. Francesco Talarico - Lavarsi-o-no-Questo-il-dilemma
da Promozione della Salute di Dott. Francesco Talarico
Alessandro D’Elia   - Investire-in-borsa-Lanno-del-bitcoin-30112017
da Mercati finanziari di Alessandro D’Elia
Annapaola Giglio - Ritenzione-Idricaalla-scoperta-dei-rimedi-naturali
da La salute con le erbe di Annapaola Giglio
Vito Granato - Men-di-pesce-per-4-persone
da Un gustoso in...Vito di Vito Granato
RUBRICHE
da AvvocatoInforma di Assunta Panaia
da Salute & Igiene Orale di Stefania Barbieri
da Mettiamolacosì di Vanessa Sacco
da Focus Giuridico di Avv. Patrizia Barbieri
da Percorsi di Benessere di Dr Raffaele Mauro
da Riceviamo e Pubblichiamo di I nostri lettori
da Riflessioni allo specchio di Roberta Cricelli
da Eros/Psyche di Monica Riccio
da Mondo rosa di Isa Mantelli da Mondo Rosa
da La bella notizia di Antonio Di Lieto
da L'Inedito di Danila Letizia
da Salute e ... dintorni di Associazione AKOS
da Contrappunti di Massimo Iiritano
da Promozione della Salute di Dott. Francesco Talarico
da Mercati finanziari di Alessandro D’Elia
da La salute con le erbe di Annapaola Giglio
da Un gustoso in...Vito di Vito Granato