Quantcast

Visita a sorpresa di Mogol al Museo del Rock

Mogol ha infine apposto la sua firma sul registro scrivendo: “Un museo da visitare…”.

Più informazioni su


    Il grande paroliere della canzone italiana, Mogol, ha visitato oggi il Museo del Rock a margine dell’incontro tenutosi al Liceo classico Galluppi per la presentazione del progetto didattico che vede coinvolte trenta scuole calabresi con l’obiettivo di fornire ai giovani la possibilità di un approccio concreto alla musica e al canto. Mogol ha fatto tappa successivamente al museo del Rock, ammirando la ricca collezione di manifesti, vinili e materiali, diversi dedicati anche alla musica leggera italiana e al grande Lucio Battisti. Dopo un colloquio con i curatori dello spazio espositivo e alcuni appassionati, Mogol ha infine apposto la sua firma sul registro scrivendo: “Un museo da visitare…”.

    La scuola di Mogol consentirà ancora ai giovani studenti calabresi di vivere un percorso formativo importante, sostenuto dalla Regione Calabria, che rappresenterà l’occasione anche per promuovere e tutelare il patrimonio della musica popolare: “La più alta forma di arte della nostra società, in passato come oggi – ha detto Mogol – si chiama popolare proprio  perché è accessibile a tutti, così quando il testo di una canzone diventa noto, ecco che si manifesta anche il carattere evolutivo della comunicazione musicale”. 

    d.i. 

    Più informazioni su