Gutenberg a Sersale e Botricello: legalità, antropologia e matematica

Appuntamenti con Graziano Graziani, Simona Dalla Chiesa ed Ennio Peres a partire dal 22 maggio 

Più informazioni su


    Uno scrittore, una saggista e un matematico enigmista: Graziano Graziani per l’antropologia, Simona Dalla Chiesa per la legalità e Ennio Peres per la matematica.

    Anche quest’anno, il progetto di lettura Gutenberg dispenserà parole che scaldano il cuore per gli studenti delle scuole superiori di Sersale e anche Botricello. Non è per una casualità che la dirigente scolastica delle scuole superiori di Sersale, è anche responsabile regionale  Gutenberg ragazzi.

    Dodici mesi fa, c’è stato l’incontro con il medico di Lampedusa Pietro Bartolo: in paese ancora se ne parla. Ora c’è altro in agenda e anche stavolta poco spazio per l’estemporaneità negli attesi incontri tra chi scrive e chi legge.

    Il Centro di informazione turistica di Sersale ospiterà, martedì 22 maggio, ore 11,00, l’incontro di apertura degli eventi con lo scrittore e critico teatrale Graziano Graziani, autore di “Atlante delle micronazioni”, un libro che si occupa di questioni insolite e inedite. Collabora con Radio 3 Rai e Rai 5.

    Due giorni dopo, giovedì 24 maggio, è la volta di Simona dalla Chiesa che presenterà, presso Porta del Parco ore 10, “Un papa con gli alamari”. Si parlerà del Generale Carlo Alberto dalla Chiesa, raccontato da chi lo conosceva anche lontano dalla luce dei riflettori: i figli.

    Parteciperanno non solo gli studenti dello scientifico, ma anche quelli dell’agraria di Sersale e di Botricello.

    Epilogo molto atteso, lunedì 28 maggio, ore 10 porta del parco, con Ennio Peres, autore di “Matematica per comuni mortali”, un apprezzato matematico che sa come intrecciare pensieri e parole, uno che sa come dare l’idea del pensiero logico, semplificando concetti che spesso creano distanza.

    Tre incontri diversi l’un l’alto, uguale la buona pratica: si sceglie un libro, lo si studia e si incontra l’autore. Percorsi didattici che lasciano il segno per lettori che si conservano.

    La lettura sta alla mente come il cibo al corpo: lo dice il Gutenberg e non si predica nel deserto.

    Le scuole superiori  di Sersale e il Gutenberg: si conoscono da poco, ma poco è bastato per non separarsi più.

    Enzo Bubbo

    Più informazioni su