Aterp: presto la riconsegna di altri 14 alloggi di viale Isonzo

In attuazione del Protocollo per la prevenzione ed il contrasto delle occupazioni abusive negli alloggi di edilizia residenziale pubblica

Più informazioni su


    “Dopo la consegna dei primi 40 alloggi, in attuazione del Protocollo per la prevenzione ed il contrasto delle occupazioni abusive negli alloggi di edilizia residenziale pubblica stanno per essere completati i lavori riguardanti ulteriori 14 alloggi in Viale Isonzo. Lo rende noto Ambrogio Mascherpa commissario straordinario Aterp che aggiunge

    “Al termine dei lavori saranno attivate le procedure di assegnazione agli aventi diritto per procedere, successivamente, alla consegna degli alloggi.

    Abbiamo già investito oltre 3 milioni di euro per ristrutturare gli alloggi oggetto delle operazioni di censimento in attuazione del Protocollo sottoscritto con Regione, Prefettura e Comune di Catanzaro in un  quartiere “difficile” e le cui problematiche andavano e vanno ben oltre la condizione abitativa.

    Abbiamo rovesciato, da quando esiste l’Azienda unica regionale, una tendenza alla rassegnazione, alla rimozione omissiva ed inaugurato, innanzitutto, la stagione del ripristino della legge nella conduzione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica salvaguardando soprattutto quanti, in regola con le graduatorie di legge, attendevano da anni un alloggio e che hanno preferito attendere e non occupare abusivamente e senza titolo alcuno un alloggio pubblico.

    La sinergia istituzionale ha aiutato non poco il buon esito di uno sforzo senza precedenti in Calabria e che contiamo, confidando negli altri soggetti istituzionali, di replicare nelle città capoluogo e dovunque sia necessario.

    Su Viale Isonzo, inoltre, ci sono ben note le problematiche che da tempo immemorabile insistono su tutti i nostri insediamenti ed abbiamo, proprio per affrontare, in via risolutiva, tutte le note criticità, chiesto i necessari finanziamenti, pari ad oltre un milione di euro, per garantire sicurezza ed incolumità pubblica nel mentre ci siamo fatti carico anche di intervenire sostituendoci, anche quando non ne avevamo l’obbligo, agli Amministratori condominiali ed agli stessi assegnatari che, spesso,  mal utilizzano alcuni impianti determinando inconvenienti che vengono, erroneamente, ricondotti alla responsabilità dell’Aterp

    In passato, infatti, più interventi effettuati dall’ Aterp ma ricadenti sulla responsabilità degli assegnatari sono stati liquidati dalla stessa Azienda senza essere stati mai rimborsati, successivamente, dalle gestioni condominiali e dagli stessi assegnatari”.

    Più informazioni su