Cinema, Alessandro Grande artista del futuro al Festival di Terni

Il suo corto Bismillah apprezzato anche dalla rassegna umbra dedicata al cinema pop. Ma il lavoro del regista catanzarese sbanca anche Malta e Padova 

Più informazioni su


    Pochi giorni dopo la designazione del suo Bismillah a candidato italiano all’Oscar 2019 per la categoria cortometraggi ancora soddisfazioni in Italia e all’estero per il regista catanzarese Alessandro Grande. Il suo lavoro, coprodotto da Indaco con il supporto di Calabria Film Commission e già vincitore del David di Donatello, di riconoscimenti ne ha ottenuti tre nel fine settimana. A Malta dove si è tenuto il Malta tv Short Film Festival Linda Mresy, interprete di Bismillah si è aggiudicata il premio come migliore attrice. L’annuncio è avvenuto in diretta nazionale sulla prima rete televisiva. Negli stessi giorni a Padova si svolgeva il festival Metricamente Corto (direttore artistico Maurizio Mason). Bismillah è stato giudicato miglior corto in gara e Linda Mresy migliore attrice. Ma particolarmente significativo soprattutto il riconoscimento  ‘artista del futuro0 ottenuto al Terni Pop Film Fest (direttori artistici Valerio Spera e Simone Isola). La rassegna umbra, ancora alla prima edizione ma già oggetto di notevole attenzione mediatica di settore e non solo, è un festival del cinema popolare tanto che ha avuto tra gli ospiti Christian De Sica e ha visto un omaggio a Bud Spencer. Insomma i corti sicuramente socialmente impegnati di Alessandro Grande sono in grado di raggiungere un pubblico più ampio e ciò, in vista del suo passaggio, si spera non così lontano nel tempo, al cinema di lunga durata non può che essere una soddisfazione ulteriore per il filmaker calabrese.

    R.t.

    Più informazioni su