Esercitava attività di pubblico spettacolo senza licenza

Locale in Viale Magna Grecia chiuso. Oltre la sanzione amministrativa anche la rilevanza penale dei fatti

Più informazioni su


    Di Giulia Zampina

    Non aveva la licenza per portare avanti attività di pubblico spettacolo. Eppure lo scorso primo gennaio, come accertato dagli uomini della Questura di Catanzaro, nel suo locale si teneva una festa con intrattenimento musicale per accedere alla quale gli avventori hanno pagato un ingresso di 20 euro. Per quella circostanza il Questore di Catanzaro, Amalia Di Ruocco, ha dato ordine di deferire il proprio all’autorità giudiziaria per aver aperto un locale adibito a pubblico spettacolo senza la licenza necessaria. Il verbale di contestazione è stato notificato all’interessato il 9 gennaio scorso. Trascorsi 30 giorni nessuna controdeduzione è arrivata da parte del gestore. Ma c’è di più. Il titolare risultava recidivo per la stessa infrazione poiché il 12 aprile 2018 era stato destinatario di un’altra ordinanza di chiusura e l’11 novembre di un verbale di contestazione da parte della Polizia locale. Per tutti questi motivi quel locale di intrattenimento in viale Magna Grecia ora dovrà cessare immediatamente la sua attività. Per ciò che concerne la natura amministrativa del reato, nell’ordinanza del Comune num.1 del 13 febbraio 2019 che ne dispone la chiusura, è specificato che questa di intreccia con la rilevanza penale dei fatti.

    Più informazioni su