L’Ic Sellia Marina si complimenta con Valentina, poetessa in erba

Ha vinto il premio nazionale vincendo il premio “L’ Usignolo d’ Oro”

Più informazioni su


    In occasione della  XXIV Rassegna Internazionale Padus Amoenus Sissa 2019 – Premio Nazionale “L ‘Usignolo” – il Comune di Sissa Trecasali- Parma- in collaborazione con la Biblioteca comunale G. Tonna, sotto la direzione artistica di Silvia Ragazzini Martelli, ha indetto un concorso letterario dal titolo “Premio Nazionale l’Usignolo”, rivolto agli studenti e studentesse delle Scuole Primarie e Secondarie di primo grado, nonché a soggetti singoli che ne avessero fatto  richiesta, tramite genitori o insegnanti.

    L’I.C. di Sellia Marina, diretto dal Dirigente Filomena Rita Folino,  ha colto al volo questa opportunità e ha partecipato al concorso.

    Tra i tanti partecipanti di tutta Italia, l’ alunna Valentina Mazza a cui vanno i  complimenti di tutta la Scuola,  si è distinta vincendo il premio “L’ Usignolo d’ Oro” nella categoria “Poesia”. Tra i numerosissimi elaborati la poesia di Valentina ha colpito la giuria.

     “Congratulazioni – si legge in una nota -alla giovane poetessa che ha dimostrato particolare abilità espressiva e capacità di riflessione su valori e tematiche rilevanti e per aver saputo esprimere, con la dovuta sensibilità, le proprie emozioni attraverso la musicalità di un testo poetico.

    Complimenti anche a tutti gli studenti dell’ I.C. coinvolti nel Concorso  per l’entusiasmo e la concreta partecipazione;  i ragazzi si sono messi in gioco, realizzando delle poesie sincere e profonde per  un lavoro concorsuale che è stato il prosieguo di un percorso di lungo respiro svolto in classe.

    Complimenti al personale Amministrativo che supporta ogni iniziativa,  ai Docenti tutti per l‘impegno e la passione che quotidianamente profondono, in questa come in tante altre esperienze che vedono coinvolto l’intero Istituto, in particolare complimenti alla docente Anna Guzzi per aver saputo, con professionalità e competenza, coinvolgere gli alunni alla consapevole partecipazione e per aver saputo sviluppare nei ragazzi l’amore per la parola poetica e le competenze necessarie a comprenderla, apprezzarla e comporla nella varietà delle sue forme e suggestioni.

    Più informazioni su