Un catanzarese vince concorso autori dialettali Nino Gemelli (VIDEO)

L’iniziativa è stata promossa dalla Pro Loco di Catanzaro

Più informazioni su


    È con la commedia “Cinanca” che il catanzarese Raffaele Gemelli ha conquistato il primo premio del Concorso regionale per autori teatrali dialettali “Maestro Nino Gemelli”, promosso dalla Pro Loco di Catanzaro. La giuria ha precisato che il vincitore non ha alcuna parentela con la famiglia del maestro. 
    Sul podio, al secondo posto, Giuseppe Esposito di San Fili (CS) con la commedia “N’amicu”; terzo posto, Fortunato Tripodi, reggino di Saline Ioniche, con la commedia “Me’ figghiu trasìu in banca”.
     
    Fra le quindici opere presentate a questa prima edizione, da parte di autori provenienti dalle diverse province calabresi, anche un premio speciale per la salvaguardia del dialetto, che è stato assegnato ad Andrea Cosentino di Sant’Andrea Apostolo J. con l’opera “Na vota mi dissi ‘na vecchia!”. “Abbiamo voluto inserire anche un premio speciale – ha spiegato Filippo Capellupo, presidente della Pro Loco di Catanzaro – per premiare l’utilizzo intenso, nella commedia presentata da Cosentino, di parole che rischiano la desuetudine”. 

    La commissione è stata composta da  Luciano Ventura (Presidente); Gianni Bruni; Annamaria De Luca; Marcello Barillà e Giorgio Gemelli. 

    La cerimonia di premiazione, presentata da Eugenio Nisticò, è stata arricchita anche dal contributo artistico di Enzo Colacino, Fausto Cavagnetta, Franco Mustari e la pianista Chiara Troiano, che hanno omaggiato il grande Maestro con una loro breve performance. 

    Nel concludere l’evento, Capellupo ha lanciato la proposta di “realizzare un piccolo volumetto per raccogliere tutte le quindici opere presentate al Concorso, poiché rappresentano un grande patrimonio”. 

    Daniela Amatruda

    Più informazioni su