Si è spento il decano del giornalismo Giuseppe D’Agostino

Era stato insignito anche dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica e del Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nel 2014 dal Comune il riconoscimento delle chiavi della città 

Più informazioni su


    Si è spento un decano del giornalismo, Giuseppe D’Agostino. D’Agostino era nato nel 1932 a Monterosso Calabro, nel vibonese, ma era residente a Catanzaro dal 1950 dove ha continuato ad esercitare con serietà, passione ed entusiasmo la professione di giornalista avviata nel 1957 con la fondazione de “Il popolo calabrese”, uno dei periodici italiani più longevi, e dell’agenzia “Premi Mostre e Pubblicazioni”, collaborando al contempo per importanti quotidiani nazionali, per la Rai ed alcune televisioni regionali.

    Come organizzatore di prestigiosi concorsi anche internazionali, presidente di giuria e presidente nazionale dell’Associazione Letterati ed Artisti, D’Agostino aveva  conosciuto i più importanti esponenti della letteratura e dell’arte del secondo Novecento. Tra gli altri importanti riconoscimenti, insignito anche dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica e del Premio della Cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

    Nel 2014 il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo gli aveva consegnato le chiavi della città. Alla cerimonia presente anche il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Calabria, Giuseppe Soluri. L’importante riconoscimento era giunto “per la sua lunga e proficua attività professionale e culturale svolta a favore dell’informazione e della cultura in Calabria e nella Città di Catanzaro”. 

    I funerali saranno celebrati martedì pomeriggio ore 15, 30 alla Basilicata dell’Immacolata. 

    Più informazioni su