Aquile obiettivo Siracusa. Siciliani penalizzati

Quattro punti in meno per decisione Tfn. Oggi la squadra si è ritrovata dopo la pausa pasquale. Ancora assente Kanoute mentre Celiento, D'Ursi e Giannone hanno lavorato a parte

Più informazioni su


    Le feste di Pasqua sono già alle spalle per il Catanzaro che, dopo una settimana di lavoro senza pensieri e qualche giorno di pausa per tirare un po’ il fiato è tornato a lavoro puntuale questo pomeriggio al Poligiovino. Nel mirino c’è ora il Siracusa dell’ex Daffara, impelagato da inizio campionato nelle acque torbide della bassa classifica e proprio oggi nuovamente bacchettato dal TFN – quattro punti di penalizzazione – per inadempimenti riferiti al mese di marzo. Al “De Simone” domenica prossima sarà battaglia, per questo il tecnico giallorosso ha voluto far calare subito i suoi nel vivo iniziando la settimana con esercitazioni specifiche d’attacco con la palla e partitella a metà campo. Ancora assente Kanoute mentre Celiento, D’Ursi e Giannone hanno lavorato a parte e dovrebbero domani riaggregarsi al gruppo. Nessun problema invece per Figliomeni che sul finire della scorsa settimana aveva lamentato qualche fastidio preferendo non forzare. Con la prima squadra anche il giovane Cristiano, classe 2002 dell’Under17.

    CONTRATTOPOLI – E domani si tornerà anche a parlare di “Contrattopoli”, il caso del 2009-2010 che in passato ha agitato non poco le acque in casa giallorossa. Prevista per domattina una nuova udienza con le richieste finali del pm e le conclusioni affidate al legale Sabrina Rondinelli.

    Gianfranco Giovene

    Più informazioni su