Catanzaro Calcio, Favalli: ‘Punti persi? Inutile pensarci’ (CON VIDEO)

'Concentriamoci su Siracusa. Sarà una battaglia'

Più informazioni su


    di Gianfranco Giovene

    «Inutile guardare ai punti persi, meglio concentrarsi sulle partite che mancano ed affrontarle al meglio: abbiamo una squadra forte e ai playoff possiamo anche arrivare in fondo». Ciò che è stato, è stato sembra dire Alessandro Favalli: il Catanzaro avrebbe potuto fare anche di più – con un pizzico di fortuna e meno errori – ma il futuro è ancora tutto da scrivere e a Giovino si sta lavorando alacremente per questo. Nel mirino dei giallorossi c’è per ora il Siracusa, prossimo avversario domenica, ma nei ragionamenti di Auteri e del gruppo ci sono soprattutto anche gli spareggi promozione, appuntamento al quale le aquile vogliono arrivare in piena forma partendo possibilmente dalla terza posizione. «Non bisognerà sbagliare domenica – ha sottolineato a tal proposito Favalli – e soprattutto non si dovrà steccare il ritorno contro la Viterbese. A Siracusa non sarà una gara semplice perché loro giocano in casa, davanti ai propri tifosi, e vorranno certo fare vedere cosa sono capaci di fare contro una squadra che lotta per il podio. Sarà una battaglia e solo a questo, per ora, bisognerà pensare». 

    Occhi aperti e guardia alta, dunque, a dispetto dell’immenso divario che separa dai siciliani. Bisognerà anche dimostrare di essere cresciuti dal punto di vista mentale dopo i cali evidenti che hanno deciso gli ultimi due turni e che hanno rappresentato forse la vera costante negativa di questa stagione dei giallorossi. «Dobbiamo essere più tranquilli – ha sottolineato il laterale, che al “De Simone” dovrebbe ripartire dal primo minuto dopo l’infortunio – quando andiamo in vantaggio dobbiamo cercare di chiudere la partita ed evitare il ritorno in gara degli avversari. E’ un fattore fondamentale su cui stiamo lavorando anche in vista dei playoff – ha aggiunto – perché in quel contesto molti avversari resteranno chiusi e per passare il turno servirà più malizia e furbizia e soprattutto non subire gol». Lavori come detto continui al “Gullì”: oggi il varo delle sessioni a porte chiuse con una doppia seduta intensa al Poligiovino; domani l’ultimo allenamento della settimana prima della rifinitura.

    Più informazioni su