Uncem Calabria: si torni elezione diretta presidente Provincia

Il presidente Mazzei: 'Tavolo tecnico del governo fatto importante ma non basta'

Più informazioni su


    La Legge n. 56/2014, meglio conosciuta come riforma Delrio, – scrive Vincenzo Mazzei presidente dell’Uncem Unione comunità enti montani’
    – ha avuto un effetto devastante sulle Province. Non solo si è modificato il sistema di elezione del Presidente e del Consiglio, ma sono state ridotte le funzioni e tagliati drasticamente i finanziamenti. L’obiettivo era quello di cancellare le Province dall’articolo 114 della Costituzione e trasformarle in Unioni di Comuni di area vasta. L’esito del referendum del 4 dicembre 2016, ha fatto fallire tale disegno e reso evidenti gli errori commessi. Il risultato è quello di avere Province deboli, non in grado di assicurare nemmeno l’ordinaria manutenzione delle strade e delle scuole.  Gli effetti di tale situazione sono particolarmente avvertiti in Calabria ed a pagarne le conseguenze sono soprattutto i cittadini. La soluzione non può essere limitata al semplice ripristino dell’elezione a suffragio universale degli Organi politici.

    Occorre, anche, una profonda rivisitazione del ruolo e delle funzioni delle Province, nell’ottica di un riassetto complessivo del sistema delle Autonomie locali. Siamo a conoscenza che da mesi è operante un tavolo tecnico presso il Ministero dell’Interno, che ha già elaborato una proposta di riforma di cui ha dato notizia nei giorni scorsi il vice Premier Matteo Salvini. Si tratta di un fatto importante che salutiamo positivamente, mentre non comprendiamo le critiche mosse dall’altro vice Premier Luigi Di Maio. Ci auguriamo che sia solo il clima elettorale ad avere influenzato le dichiarazioni del leader del Movimento Cinque Stelle, al quale ricordiamo che gli attuali presidenti e consiglieri delle Province, svolgono la loro preziosa opera gratuitamente. L’urgenza di legiferare in materia non è dovuta alla necessità di istituire nuovi enti per creare altre poltrone, ma semplicemente per sanare i guasti provocati dalla legge Delrio e attuare il dettato costituzionale, che considera le Province enti autonomi con propri poteri e funzioni, costituenti la Repubblica al pari di Stato, Regioni, Città Metropolitane e Comuni”. 

    Più informazioni su