Treni, sulla Catanzaro Lido -Lamezia un sistema che da’ più controlli

Investimento da un milione di euro per Rfi. Tra i benefici garantiti dal moderno 'Sistema controllo marcia treno' quello di una maggiore regolarità 

Più informazioni su


    Nella notte tra il 4 ed il 5 maggio un nuovo, importante tassello nella modernizzazione della rete ferroviaria calabrese si è compiuto sulla trasversale Catanzaro Lido – Lamezia Terme Centrale: sui 43 km della fondamentale linea di connessione tra la Ferrovia Jonica e la Ferrovia Tirrenica Meridionale, è stato attivato il Sistema Controllo Marcia Treno, in sostituzione del precedente ‘Sistema Supporto alla Condotta’, che in Calabria era attivo solo sulla tratta in questione. La notizia si apprende dal sito ferrovieincalabria.it. 

    Ad oggi, quindi, l’intera rete ferroviaria di Rfi nella Regione, estesa per 852 km, è coperta dal moderno ed efficiente Scmt L’applicazione del sistema che consente un monitoraggio costante di ogni convoglio in circolazione, relativamente al rispetto delle velocità massime consentite dalla linea, dal materiale rotabile e dell’aspetto dei segnali, lungo la linea Catanzaro Lido – Lamezia Terme Centrale, è stata possibile grazie ad un investimento di 1 milione di euro da parte di Rfi, e 30 tecnici specializzati all’opera. L’intervento, che ha incluso anche l’adeguamento della stazione di Catanzaro Lido, è stato realizzato in modo completamente internalizzato da parte di RFI e nello specifico della Divisione Territoriale di Produzione Rfi di Reggio Calabria con il supporto dell’Unità Operativa Internalizzazione Tecnologica Rfi, struttura nazionale del gruppo Fs Italiane con sede a Bologna.

    Quali benefici porterà l’attivazione dell’SCMT sulla Catanzaro Lido – Lamezia Terme Centrale? In primis, quello della regolarità. Il precedente SSC era da tempo foriero di numerosi guasti quasi quotidianamente, con conseguenti continui ritardi alla circolazione dei treni. Ma non solo: grazie all’SCMT le velocità massime di linea nei due ranghi potranno essere elevate del 10% , e tutto ciò è propedeutico all’istituzione del Rango C di velocità, ed alla generale velocizzazione della linea (anche attraverso la costruzione di brevi varianti di tracciato) ed elettrificazione, che renderà possibile raggiungere anche i 150 km/h, come avverrà nel caso del tratto Lamezia Terme Centrale – Lamezia Terme Nicastro.

    (foto Alessandro Tortora e Pierluigi Mascaro dal sito ferrovieincalabria.it)

    Più informazioni su