Depuratore, Costanzo: ‘Fallimento dell’amministrazione Abramo’

Lo sa l’assessore Longo che oggi quei reflui arrivano al depuratore attraversando la rete fognaria del lungomare ? Ha mai fatto una passeggiata sul lungomare per assaporare i profumi che arrivano dalle fogne ?

Più informazioni su


    “Catanzaro ha perso per sempre la possibilità di avere un nuovo depuratore, localizzato in un sito diverso da quello attuale, si è lasciato sfuggire un finanziamento di 25 milioni di euro, non è stato capace di portare a termine in cinque anni la gara d’appalto di questa importante opera, e l’assessore Longo ha la faccia di bronzo di affermare che l’Amministrazione Abramo ha avuto “un impegno rapido e concreto”. Lo venga a dire ai cittadini che sono costretti a respirare il lezzo che proviene dal vecchio depuratore e che lascia disgustati i pochi turisti che hanno il coraggio di passare qualche giorno di ferie sul nostro litorale. Quello del depuratore è stato il più grande fallimento del sindaco Abramo che nelle due campagne elettorali del 2012 e del 2017 si è vantato di un risultato “storico”, la realizzazione del nuovo depuratore nella valle del Corace, spostato più lontano dal sito attuale”. E’ quanto si legge in una nota di Sergio Costanzo Consigliere Comunale – #fareperCatanzaro. “Ma quello che Longo non sa o non vuole sapere è che quel progetto avrebbe consentito di ottimizzare tutto il sistema di collettamento fognario della città, con la realizzazione di una nuova condotta premente che avrebbe canalizzato i reflui provenienti dalla zona est della città. Lo sa l’assessore Longo che oggi quei reflui arrivano al depuratore attraversando la rete fognaria del lungomare ? Ha mai fatto una passeggiata sul lungomare per assaporare i profumi che arrivano dalle fogne ? Catanzaro è la città del vento e dei cattivi odori sul lungomare. Ma è anche alto il rischio che ci siano sversamenti di liquami in mare, proprio in corrispondenza con gli stabilimenti balneari. E invece, a causa dell’incompetenza e della superficialità di Abramo e dei suoi collaboratori, al massimo avremo tra qualche anno un intervento di restyling del vecchio depuratore, con un investimento presunto nettamente inferiore a quello originario. Sempre che siano in grado di portare avanti questa operazione. E’ questa l’enorme responsabilità di un sindaco – prosegue la nota –  che è stato incapace di portare a termine una gara d’appalto che era già stata aggiudicata. Bisognerebbe capire quali “equilibri” si sono rotti tra l’Amministrazione Abramo e l’associazione di imprese aggiudicatarie, tale da portare al fallimento di tutta l’operazione. A tale proposito, chiederemo ufficialmente che il sindaco venga in Consiglio comunale per relazionare sul fallimento della gara d’appalto e sulla perdita del finanziamento. Quanto all’assessore Longo, dopo avere letto la sua risposta, pensiamo di avere capito a chi si riferisse il sindaco Abramo nella sua ormai famosa lettera, parlando di assessori incompetenti, assenti e incapaci”. 

    Più informazioni su