L’Itts Scalfaro vince le Olimpiadi dell’Automazione Siemens

Il concorso fa parte del programma di promozione delle eccellenze Miur 

Più informazioni su


     Si è svolta il 9 maggio scorso a Piacenza la cerimonia di premiazione delle Olimpiadi dell’automazione Siemens, un prestigioso concorso nazionale rivolto agli istituti tecnici e professionali, giunto alla sua decima edizione. Fra ben 52 scuole italiane partecipanti, il primo premio è stato vinto dall’Istituto tecnico tecnologico “E. Scalfaro” di Catanzaro, il cui dirigente scolastico è Vito Sanzo.

    Gli studenti dello Scalfaro, Flaminio Villa, Pio Cristian Mea, Simone Rizzo, Manuel Brasile, Francesco Gigliotti, Alessandro Passafaro e Salvatore Loprete, delle classi quarte e quinte degli indirizzi di Elettrotecnica e Telecomunicazioni – guidati dai docenti Bruno Bertucci e Giovanni Persia – hanno partecipato con il progetto “Fred Color System”, la schematizzazione di un sistema di deposito e di prelievo di materiale industriale, che ha ottenuto il podio della categoria junior.

    “Si tratta di un riconoscimento molto importante – ha dichiarato il dirigente Vito Sanzo – che premia l’ottimo lavoro di squadra di studenti e docenti, l’impegno costantemente messo in campo per far acquisire ai nostri giovani competenze tecniche e professionali di livello sempre più alto e sempre più rispondente alle istanze che provengono dal mondo delle professioni e del lavoro.

    Questa importante competizione di automazione industriale che Siemens organizza ogni anno e che è riconosciuta dal Miur nel programma di promozione delle eccellenze, ha offerto ai nostri studenti e docenti l’opportunità di vivere un’esperienza di lavoro di gruppo valida non solo sotto il profilo formativo, ma anche della conoscenza e dell’approfondimento delle nuove tecnologie per la stesura di progetti relativi ad applicazioni pratiche.

    Si è trattato di realizzare un progetto di automazione industriale coniugando ciò che si apprende a scuola in termini di conoscenze, abilità e competenze tecniche specifiche con un contesto ben determinato che è quello delle nuove tecnologie inserite in un contesto di industria 4.0. A tutto ciò, i nostri ragazzi hanno aggiunto quei life skills che sono l’obiettivo fondamentale della formazione scolastica: lo spirito di iniziativa e di imprenditorialità, la capacità di lavorare in team, la creatività, l’originalità e l’innovazione”.

    Più informazioni su