E’ finalmente tornato alla base Mamadou Kanoute

Sono certo che i tifosi non ci faranno mancare l’apporto di cui avremo bisogno

Più informazioni su


    di Gianfraco Giovene

    Il rammarico di non aver potuto dare il proprio contributo nel rush finale del campionato, la voglia – grande, ardente – di tornare ad essere determinante nella lotteria degli spareggi. E’ finalmente tornato alla base, Mamadou Kanoute: di nuovo in gruppo dopo l’infortunio di metà marzo a Rieti e i due mesi pieni di esilio romano per le cure del caso. Auteri e i tifosi lo hanno aspettato a lungo: venerdì scorso il primo rodaggio atletico, da lunedì invece il lavoro costante con la palla a Giovino per essere pronto magari già alla prima gara playoff prevista per domenica. «Mi è dispiaciuto molto non poter essere d’aiuto ai miei compagni nelle partite conclusive del torneo – ha dichiarato oggi la punta, sul sito ufficiale del club – Per un calciatore è terribile restare per tutto questo tempo lontano dal terreno di gioco. Ma ce l’ho messa davvero tutta nel seguire le indicazioni di medici e terapisti in modo da essere pronto per recitare un ruolo da protagonista nella fase più importante della stagione». Un ritorno al momento giusto, non c’è che dire, con le aquile lanciatissime agli spareggi e la necessità per Auteri di ricostruire l’ampio ventaglio di scelta in avanti, arma in più dei giallorossi in quest’annata. «I playoff sono un campionato a parte dove – ha sottolineato Kanoute – e non mancheranno le sorprese. Noi abbiamo dimostrato di essere davvero un buon gruppo e se sapremo esprimerci come abbiamo fatto per larghi tratti di questo campionato, sarà difficile per tutti incontrarci. E’ chiaro che ci sono squadre molto attrezzate per il salto di categoria – ha aggiunto – ma noi, con umiltà, dovremo affrontarle tutte con la consapevolezza di non essere inferiori a nessuno». Umiltà, consapevolezza delle prorie forze ma anche coesione interna: da qui è nata la grande stagione delle aquile e in questo solco bisognerà proseguire anche nella coda post regular season per inseguire un sogno che anche la punta ritiene «realizzabile». «Sono certo che i tifosi non ci faranno mancare l’apporto di cui avremo bisogno – ha chiosato l’attaccante lanciando quasi un appello alla città e all’ambiente tutto – Dal canto mio posso garantire di avere una gran voglia di far bene e di essere a disposizione del mister in qualsiasi momento vorrà contare sul mio contributo». Vietato «fare calcoli» su possibili avversari e scenari dall’urna: «a questo punto, qualsiasi sia l’avversario, bisogna solo pensare a giocare come sappiamo – ha affermato Kanoute – Saranno tutti molto determinati e lo dovremo essere anche noi». Occhi che a questo punto si spostano a Firenze dove domani mattina verrà officiato il sorteggio per il primo turno della fase nazionale playoff (diretta e commenti su CatanzaroInforma dalle 10.50 con il presidente Noto).

    Più informazioni su