Confintesa: Depositato ricorso per concorso del reparto di Ostetricia

Il segretario del sindacato Gianturco: 'Le ricorrenti lamentanola violazione del dpr 487/1994, nonché i principi di segretezza della prova, di trasparenza, della par condicio dei concorsi e di legittimo affidamento'

Più informazioni su


    “A tutela di 18 ostetriche, abbiamo depositato apposito ricorso al concorso pubblico indetto dall’AO Pugliese Ciaccio di Catanzaro per violazioni al dpr 487/1994, ai principi di segretezza della prova, di trasparenza, della par condicio dei concorsi e di legittimo affidamento”. A renderlo noto è Mimmo Gianturco, segretario generale territoriale del sindacato Confintesa Area Centrale Calabria. “Il ricorso proposto avverso il bando di concorso pubblico per titoli ed esami per la copertura a tempo indeterminato di 12 posti di collaboratore professionale sanitario-ostetrica indetto dall’Azienda Ospedaliera Pugliese Ciaccio di Catanzaro, nonché avverso i successivi atti e provvedimenti gara, inclusa la graduatoria definitiva – dichiara Gianturco – vuole tutelare l’interesse delle concorrenti a partecipare al bando in questione e ad essere ammesse ad una prova orale suppletiva e/o ad essere inserite nella graduatoria definitiva. Le ricorrenti lamentano, attraverso la predetta impugnativa, la violazione del dpr 487/1994, nonché i principi di segretezza della prova, di trasparenza, della par condicio dei concorsi e di legittimo affidamento. Le stesse confidano nell’accoglimento da parte del Tar Calabria delle doglianze mosse, stante l’assoluta evidenza delle illegittimità ed irregolarità nella procedura concorsuale in questione. Il ricorso – conclude il sindacalista – è stato affidato ed elaborato dall’avvocato di Confintesa Luisa Cimino”.

    Più informazioni su