Catanzaro Calcio, a Salò quasi in 1500 a sostenere le Aquile

Con la Feralpi primo turno nazionale playoff. Match inedito. Tutti convocati da Auteri ma forse D'Ursi parte dalla panchina. Si gioca alle 20


di Gianfranco Giovene

Una prima assoluta nella storia (mai infatti Catanzaro e FeralpiSalò si sono affrontate fino ad ora),  la prima di due sfide da non sbagliare per iniziare con il piede giusto l’avventura ai playoff. E’ da Salò che è pronta a partire la rincorsa giallorossa alla serie B: domani sera (ore 20) i giallorossi di Auteri affronteranno in gara uno i leoni del Garda di Zenoni – allenati fino a qualche settimana fa da Mimmo Toscano – con il vantaggio di poter contare, nei centottanta minuti, anche su due pareggi per passare il turno e con la spinta, sugli spalti, di quasi millecinquecento tifosi al seguito.

QUI GIALLOROSSI – Catanzaro che questa mattina ha svolto la rifinitura a porte chiuse al “Ceravolo” per poi partire nel primo pomeriggio dall’aeroporto di Lamezia Terme alla volta di Milano Malpensa dove è stato accolto da un gruppo di tifosi festanti. Tutti convocati per mister Auteri che ha preferito non sbilanciarsi su modulo e formazione rimandando a domani le scelte finali. Possibile, visto anche il terreno pesante, che al “Turina” si cambi leggermente volto con il ritorno ai tre mediani – Maita, De Risio, Iuliano – e l’avanzamento di Statella nel tridente offensivo. Il numero undici sembrerebbe in vantaggio nel ballottaggio con Giannone davanti mentre gli altri due posti saranno di Bianchimano e Fischnaller. Panchina, almeno in partenza, per Kanoute e D’Ursi – entrambi comunque recuperati e a disposizione – e anche per Riggio che nell’allenamento del venerdì aveva accusato un piccolo contrattempo. In difesa, accanto a Figliomeni, ci sarà Signorini.  

QUI FERALPI – Il ritorno di Pesce in mediana dopo la squalifica fa tirare un sospiro di sollievo ai gardesani, pronti a varare un undici molto simile a quello sceso in campo mercoledì nel precedente turno contro il Ravenna. L’unico dubbio sembrerebbe il ballottaggio ancora aperto tra Marchi e Vita sulla trequarti per assistere Caracciolo, con le quotazioni del primo che sembrerebbero leggermente più alte. «Il Catanzaro è una squadra che vuole arrivare in fondo – ha sottolineato il tecnico Zenoni, alla vigilia – a centrocampo ed in attacco tutti si muovono bene e sono molto pericolosi: dovremo affrontarli liberi di mente e con le gambe che girano. Le piazze del sud sono calde – ha proseguito – Catanzaro è una di queste con un tifo da serie B e forse anche da serie A, ma la prima la giochiamo noi in casa e dovremo cercare di metterli in difficoltà e possibilmente segnare». In porta, per i lombardi, ci sarà l’ex Victor De Lucia, in giallorosso nella stagione 2016/17 con venti presenze.

FERALPISALÒ (4-3-2-1): De Lucia; Legati, Giani, P. Marchi, Contessa; Magnino, Pesce, Scarsella; M. Marchi, Maiorino, Caracciolo. All. Zenoni

CATANZARO (4-3-3) : Furlan; Celiento, Signorini, Figliomeni, Favalli; Maita, De Risio, Iuliano; Statella, Bianchimano, Fischnaller. All. Auteri