Noto, prime reazioni. Celia: ‘Giù le mani dal presidente’

Chiunque conosca l’ingegner Noto, di cui mi onoro di essere amico ed estimatore, sa che non si lascia scoraggiare dalle avversità

Più informazioni su


    “Giù le mani da Floriano Noto o meglio su, ma soltanto per applaudirlo. E a scena aperta. A lui va dunque rivolto un grosso plauso, innanzitutto perché è un punto di riferimento inamovibile di questa città. E il perché è persino pleonastico metterlo in rilievo. Stiamo infatti parlando di un imprenditore che, lavorando in modo indefesso giorno per giorno, ha creato una realtà economica in grado di garantire mille posti di lavoro. Una sorta di welfare privato, che ha dato, e continua a dare, ossigeno a un contesto territoriale depresso. Dato importantissimo e che non va dimenticato, nemmeno per un istante e neppure in un momento di sconforto come quello dell’inopinata eliminazione dai playoff di C della sua, e nostra, amata Uesse Catanzaro. Uno psicodramma collettivo, come ovvio sotto il profilo squisitamente sportivo, che non ha però scalfito in alcun modo l’immagine di un uomo vincente e sempre pronto a ripartire di slancio”. A esprimersi così, attraverso un comunicato diffuso agli organi di stampa, è stato il consigliere comunale Fabio Celia che ha manifestato grande apprezzamento nei confronti del patron delle Aquile in uno sfortunato pomeriggio in cui ha dovuto masticare amaro, dovendo assistere alla momentanea vanificazione degli sforzi compiuti dal lato finanziario e organizzativo per restituire dignità e avvenire ai colori giallorossi. Un impegno non da poco, persino per un tycoon di tale livello. Ragion per cui vien da pensare che non resterà inerte di fronte a una battuta d’arresto, seppur cocente. Ed è proprio l’aspetto su cui si concentra Celia nel prosieguo del suo ragionamento: “Chiunque conosca l’ingegner Noto, di cui mi onoro di essere amico ed estimatore, sa che non si lascia scoraggiare dalle avversità. Anzi, essendo dotato di grande pragmatismo, ha l’abitudine di trarre qualche elemento positivo da ogni esperienza, persino dalle vicende professionali non andate secondo i piani e non certo per colpe addebitabili a una programmazione non all’altezza”. Il componente del civico consesso scommette insomma sul presidente giallorosso, a cui manifesta un sostegno incondizionato: “Dopo la comprensibile stizza di mercoledì sera, sono sicuro che sta già pianificando il futuro e il modo di allestire una squadra forte e ancor più competitiva per l’anno venturo. Ma guai a dimenticare di dirgli grazie per quanto fatto fin qui, ovvero aver inciso in una realtà socioeconomica ai minimi termini e, nella fattispecie, aver ridato ai tifosi catanzaresi l’orgoglio di esser tali”

    Più informazioni su