All’Ic di Taverna il premio sull’Ambiente dei carabinieri forestali

Il Reparto Carabinieri tutela Biodiversità di Catanzaro ha coinvolto nel progetto circa 7 mila alunni di oltre 100 scuole nelle province di Catanzaro e Crotone con attività didattica e di supporto al progetto

Più informazioni su


      I Carabinieri Forestali del Raggruppamento Biodiversità hanno proposto per l’anno scolastico appena concluso un progetto di educazione ambientale nazionale denominato “Il mondo visto con gli occhi di un albero” destinato agli alunni delle scuole primarie e secondarie. Il progetto ha voluto coinvolgere gli studenti stimolandoli a immedesimarsi nella condizione dell’albero analizzando la sua nascita e crescita nel territorio di residenza e valutando le problematiche legate all’antropizzazione, inquinamento e perdita degli habitat.

    Il Reparto Carabinieri tutela Biodiversità di Catanzaro ha coinvolto nel progetto circa 7.000 alunni di oltre 100 scuole ricadenti nelle province di Catanzaro e Crotone effettuando attività didattica e di supporto al progetto presso le scuole ed in attività da campo anche ospitando i ragazzi presso il Centro Visita CC “A.Garcea” di Monaco-Villaggio Mancuso, un museo verde nel quale è possibile svolgere molteplici attività dedicate alla protezione della natura, alla formazione, alla didattica, alla divulgazione, alla ricreazione ed alla ricerca.

    Il progetto, svolto tra ottobre 2018 e aprile 2019, prevedeva la realizzazione di un elaborato finale da parte di ogni classe coinvolta. L’elaborato tematico multimediale realizzato dagli alunni del plesso di Sorbo San Basile – I.C. “Mattia Preti” di Taverna è stato valutato dalla commissione nazionale quale il miglior lavoro nella categoria delle classi di istruzione secondaria inferiore. Quale premio nei giorni scorsi ad alunni e docenti accompagnatori è stato offerto un soggiorno presso le strutture dei Carabinieri Forestali di Castel Fusano (Roma) dove è stata celebrata la vittoria alla presenza dei vertici del Raggruppamento Biodiversità dell’Arma.

    Altrettanto gratificante e importante, a completare la felice riuscita del progetto, è il secondo posto nazionale ottenuto dall’elaborato prodotto dagli alunni dell’I.C. “Mario Squillace” di Montepaone plesso Gasperina (esposto in Campidoglio a Roma nella “giornata per l’educazione ambientale” lo scorso 10 maggio) ed il quarto posto “ex equo” ottenuto dall’elaborato realizzato dai ragazzi del Liceo Scientifico “R.Satriani” di Petilia Policastro (KR). Un risultato accolto con grande soddisfazione dal personale militare e civile del Reparto Biodiversità di Catanzaro che ha seguito e coordinato il progetto e che, in sinergia con il mondo della scuola, opera nel campo della educazione alla legalità e nella promozione della cultura della sostenibilità con l’obiettivo di contribuire alla formazione di una nuova generazione di cittadini attivi e responsabili.

    Più informazioni su