Comunali in provincia di Catanzaro, Cuda: il Pd tiene

"Il progetto politico complessivo che vede il Pd aprirsi alle varie componenti sociali del Paese è stato compreso ed apprezzato"

Più informazioni su


    I risultati delle urne di domenica –   scrive Gianluca Cuda Segretario Federazione Provinciale PD di Catanzaro – ci consegnano una sostanziale tenuta in tutta la provincia di Catanzaro del Partito Democratico, in linea con i dati nazionali, rispetto alle ultime elezioni politiche.         

    Segno che la ripartenza del progetto politico complessivo che vede il PD aprirsi alle varie componenti sociali del Paese è stato compreso ed apprezzato. Da sempre sosteniamo che il confronto propositivo e costruttivo con la società e le sue articolazioni può diventare occasione fondamentale di crescita delle comunità,  condividendo e, quindi, rafforzando proposte e progetti di sviluppo sociali ed economici.          

    A livello territoriale nella provincia di Catanzaro questa impostazione ha rappresentato da tempo la bussola con la quale orientare le scelte politiche che hanno, poi, portato anche alla predisposizione di liste e candidature per le amministrative di domenica scorsa.  L’idea vincente è stata quella di costruire liste con rappresentanti di ogni realtà sociale rispondente alla volontà di portare la politica vicino ai cittadini.          

    I risultati ottenuti sono di estrema soddisfazione. Infatti oltre alle riconferme alla guida dei Comuni di Cortale, Miglierina, Pianopoli, Sellia e Zagarise, il Partito Democratico conquista con i suoi candidati anche Gimigliano, Nocera Terinese, Pentone e San Pietro a Maida.          

    Il dato delle amministrative si caratterizza per una doppia valenza: la prima nel sottolineare che la buona amministrazione dei Comuni a guida PD è stata riconosciuta dai cittadini e ulteriormente premiata nelle urne, la seconda è che laddove si è costruito un progetto politico-amministrativo credibile e con candidati competenti la sfida elettorale è stata ampiamente vinta.          

    Adesso, dopo il momento della giustificata soddisfazione, si deve passare all’azione concreta nell’azione di governo dei Comuni in una fase storica che vede questi Enti dibattersi in mille difficoltà di gestione e, nonostante, tutto questo rimanere il primo e più vicino baluardo rappresentativo dello Stato. In conclusione, voglio rivolgere un augurio di buon  lavoro ai sindaci e il ringraziamento sincero per la generosità e l’impegno che anche i nostri iscritti e militanti hanno dimostrato in questa campagna elettorale.

    Più informazioni su