Sanità privata, Cicas incontra il commissario Cotticelli

Numerose le questioni irrisolte affrontate nel proficuo confronto 

Più informazioni su


    Una delegazione Cicas, guidata dal presidente onorario Giorgio Ventura accompagnato dal direttore generale Cicas Giuseppe Mazzullo, da don Alfonso Velona – Cicas Sanità privata – Provincia di Catanzaro e dall’avvocato Lucio Sconza – Cicas Cosenza ha incontrato a Catanzaro il Commissario ad acta per la Sanità in Calabria, Generale Saverio Cotticelli, che ha presenziato questa importante riunione per ascoltare direttamente dai dirigenti le problematiche che ostacolano lo sviluppo delle attività socio-sanitarie in Calabria e conseguentemente quello socio economico del territorio.

    Ventura e Mazzullo, nelle rispettive qualità, hanno consegnato al Generale Saverio Cotticelli (che era assistito da Francesca Fratto Dirigente di Struttura) le credenziali della Cicas auspicando e chiedendo un proficuo e produttivo confronto sulle serie e variegate problematiche delle strutture sociali e sanitarie calabresi. Hanno, altresì, esposto le ataviche situazioni gestionali dell’apparato burocratico regionale che rallentano le attività imprenditoriali nel settore, con grave nocumento per un territorio quale la Calabria che ha tutte le carte in regola per decollare con mezzi propri e che, invece, vede crescere la spesa sanitaria per mobilità extraregionale. Don Alfonso Valone, ha evidenziato il grave problema del ritardo dei pagamenti della pubblica amministrazioni nei confronti degli imprenditori del settore, con particolare riferimento al sociale, che rischiano di vedersi costretti a chiudere le proprie aziende a causa della persistente insolvenza della Azienda Territoriale di Catanzaro. Si è, inoltre, soffermato sulla redistribuzioni dei posati letti, chiedendo una particolare equità tra tutti gli Operatori del Settore, nel rapporto posti letto autorizzati, accreditati e budget a disposizione di ciascun settore.

     Sconza, già Direttore Generale della Sanità calabrese, ha posto l’accento sulla necessità di evitare una politica gestionale di soli tagli alle spese, anche e soprattutto al fine di comprimere eccessivamente i servizi a favore della popolazione, specie quella più bisognosa di assistenza per motivi logistici ed economici. In linea con i componenti la Delegazione ha chiesto ed offerto la disponibilità della Cicas e personale, per proficuo confronto teso ad un contributo operativo per razionalizzare gli sprechi ed ottimizzare le risorse nell’ottica di un miglioramento dell’offerta socio-sanitaria alla popolazione calabrese. Il Gen. Cotticelli, ha preso atto delle richieste, ha ringraziato la Delegazione Cicas e dichiarato la propria disponibilità per un proficuo confronto.

    Più informazioni su