In cinquecento a Taverna per la Giornata Unicef dell’Infanzia

Tredici scuole della provincia  ospiti dei Carabinieri della Biodiversità di Catanzaro, nel Centro Visite “A. Garcea”, in località Monaco

Più informazioni su


    Quasi 500 minori di età compresa fra i tre e i diciassette anni, provenienti da 13 scuole della provincia, si sono ritrovati, ieri, ospiti dei Carabinieri della Biodiversità di Catanzaro, nel Centro Visite “A. Garcea”, in località Monaco, nel Comune di Taverna.
    Erano bambini e ragazzi mobilitati dal Comitato provinciale UNICEF di Catanzaro per la trentesima edizione della Giornata Universale dell’Infanzia (GUI), coincidente, quest’anno, con il trentennale della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.
    Bambini e ragazzi raccolti nel parco naturale del Centro “Garcea”, sede storica della GUI, hanno iniziato la giornata cantando in coro  l’inno di Mameli, nel mentre si effettuava l’ “alzabandiera” con il tricolore, con la bandiera dell’Unione Europea e con quella dell’UNICEF. Quindi  hanno sfilato lungo i viali del parco, sostando brevemente nella piazzetta UNICEF, dove, su appositi cavalletti allestiti dagli operai forestali, hanno raggiunto l’anfiteatro “Teatro Verde”.
    Quivi si sono esibiti in colorate, suggestive ed emozionanti rappresentazioni fatte di recite,  poesie, canti e balli ispirati ai temi dell’educazione alla solidarietà, dell’educazione alla Cittadinanza attiva  e dell’educazione al rispetto e alla tutela dell’ambiente, intesi come percorsi ineludibili per la realizzazione di una autentica e fattiva educazione alla Pace; argomento, questo, assunto come obiettivo e come contenitore sul quale sono stati impegnati e si sono confrontati scolari e studenti nel corso dell’anno scolastico che sta per concludersi, nell’ambito del progetto “Scuola amica” MIUR/UNICEF”.  
    Dopo l’introduzione alla manifestazione del presidente del Comitato provinciale dell’Unicef di Catanzaro Costantino Mustari, hanno rivolto il loro saluto ai presenti, tra i quali –ovviamente- i docenti delle scuole interessate,  tanti genitori degli alunni più piccoli e molti curiosi, la signora Clementina Amelio, delegata alla cultura del Comune di Taverna, in rappresentanza del Sindaco; il colonnello Nicola Cucci, comandante del Reparto Carabinieri Biodiversità di Catanzaro, Domenico Lobello, consigliere comunale di Pentone, in rappresentanza del neo eletto sindaco e Teresa Rizzo, responsabile provinciale e regionale del progetto “Scuola amica”.
    Hanno partecipato gli alunni della scuola dell’Infanzia “Suor Giustiniana Lia” di Taverna; delle scuole primarie di Calabricata, Catanzaro Mater Domini, Cerva, Pentone e Simeri Crichi,; delle scuole secondarie di primo grado “G. Casalinuovo” e “Mattia Preti” di Catanzaro e quella di Zagarise; delle scuole secondarie di secondo grado I.I.S. “G: De Nobili”, ITAS “B. Chimirri”, Liceo Scientifico “L. Siciliani”, tutte di Catanzaro e I.I.S. “E. Ferrari” di Chiaravalle Centrale.
    Ha presentato, con professionalità, garbo e signorilità Luca Coschino.
    L’intervento conclusivo è stato di Anna Maria Fonti Iembo, storica presidente provinciale e attualmente regionale dell’UNICEF. 

    Più informazioni su