Si parla di sicurezza estiva, ma i presidenti di categoria disertano

Il Prefetto convoca una riunione con i responsabili del settore balneare e le forze di polizia, ma al tavolo i numeri uno delle rappresentanze non ci sono 

Più informazioni su


    Chiedere continui tavoli di concertazione, ottenerli e, al momento della riunione non presentarsi, o comunque mandare avanti delle rappresentanze che certamente saranno in grado di ascoltare ciò che viene detto, ma altrettanto è abbastanza evidente che non avranno comunque il peso politico di un presidente. E’ ciò che è avvenuto nei giorni scorsi in occasione della riunione convocata dal Prefetto Francesca Ferrandino per discutere di sicurezza dei lidi e quindi della stagione balneare con i rappresentanti di Fiba, Siba e Cna. Al tavolo si sono seduti altre autorità militari come le capitanerie di porto e i vigili del fuoco. Una riunione pensata anche a vantaggio delle stesse categorie, un’occasione di confronto. Peccato che i presidenti o i diretti rappresentanti dei settori delle sigle invitate abbiano disertato, creando anche un certo ‘sconcerto’ negli stessi padroni di casa. Senza nulla togliere ovviamente a chi li ha rappresentati, si mormora sotto voce, tutte persone rispettabilissime e disponibili, ma ci sono occasioni in cui forse fare presenza e quindi curare la forma diventa una priorità, proprio per poter, un domani, anche rivendicare.

    g.z.

    Più informazioni su