Medicina legale Umg si aggiudica importante premio a La Sapienza

A ritirare il premio Isabella Aquila, ricercatrice in Medicina Legale dell’Università di Catanzaro

Più informazioni su


    Grande entusiasmo a Roma venerdì 7 giugno scorso per il gruppo di ricerca della Cattedra di Medicina Legale dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro diretta da Pietrantonio Ricci e Santo Gratteri, che si è aggiudicata il primo posto nella competizione per il premio “Prof. Mauro Barni 2019”. Il riconoscimento è stato consegnato in occasione del convegno “La sicurezza delle cure e la tutela dei diritti” tenutosi presso l’Aula Gerin dell’Istituto di Medicina Legale dell’Università La Sapienza di Roma da Vittorio Fineschi e Paola Frati, a seguito di una selezione tra oltre venti lavori scientifici presentati da numerosi gruppi di ricerca di Medicina Legale giunti da tutta Italia. A ritirare il premio Isabella Aquila, ricercatrice in Medicina Legale dell’Università di Catanzaro, che ha coordinato e presentato, insieme agli specializzandi della medesima cattedra, il lavoro di ricerca vincitore “L’abbandono negli anziani: una vera causa di morte?” incentrato sulla tematica della prevenzione delle morti negli anziani e sull’integrazione sociale e familiare di una fascia di età ormai in costante aumento. Il premio rappresenta il riconoscimento di un’attività di ricerca in ambito forense e autoptico portata avanti da anni presso la Cattedra di Medicina Legale di Catanzaro che ha sempre sostenuto la partecipazione attiva a convegni e la pubblicazione dei propri lavori su numerose riviste scientifiche internazionali ad alto impatto.

    Più informazioni su