San Luca, insulti social all’indirizzo di Davi, Gratteri e Brugnano

Mittente Marco Mancuso figlio del presunto boss di Limbadi, Giovanni

Più informazioni su


    Insulti dai social. Destinatari Klaus Davi, Giuseppe Brugnano candidati anti mafia alle ultime elezioni di San Luca e il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, Mittente Marco Mancuso figlio del presunto boss di Limbadi, Giovanni. Sono stati pubblicati a partire dai giorni immediatamente successivi alla consultazione elettorale. Nei post pubblicati – come si legge dal Quotidiano del Sud-  da Mancuso si legge tra l’altro: «I partiti dell’antimafia sconfitti a San Luca. Scribacchini, confezionatori di bufale, collaboratori di giustizia. Addirittura esponenti della Polizia che volevano i loro momenti di gloria. E niente San Luca non si lega. San Luca è differente li la dignità scoppia sul cuore. La mafia delle questure può beatamente andare a fare in c…. Klaus Davi nella sua lista sciacallo ha preso 15 voti. A casa lordi».

    Più informazioni su