‘Lande desolate’, Cassazione annulla interdizione ex dirigente Regione

Il legale di Zinno: Provvedimento importante'

Più informazioni su


    La Corte di Cassazione ha annullato senza rinvio la misura delll’interdizione dai pubblici uffici per Luigi Zinno, ex dirigente del dipartimento Lavori Pubblici della Regione Calabria. Zinno era stato raggiunto dalla misura il 17 dicembre scorso nell’ambito dell’operazione della Dda “Lande Desolate” che avrebbe fatto luce su delle presunte irregolarità nella realizzazione degli impianti sciistici di Lorica e dell’aviosuperficie di Scalea, finanziari dalla Regione. Nell’inchiesta una ventina gli indagati.

    “L’annullamento senza rinvio da parte della Suprema Corte delle restanti misure restrittive – spiega il legale di Zinno, l’avvocato Cesare Piraino – è un provvedimento importante, coerente con gli atti e le azioni amministrative prodotte dall’ingegnere Zinno nello svolgimento dei suoi doveri di dirigente regionale”. 

    Più informazioni su