WS Catanzaro: altro successo e festa promozione al ‘Ceravolo’ (VIDEO)

Quattordicesima gara vinta su quattordici disputate: le ragazze di Tato Sabini conquistano la C e brindano nello stadio dei ragazzi. Rotonda anche l’ultima affermazione: 15-0 alla squadra di Viggiano

Più informazioni su


    di Gianfranco Giovene

    C’è un Catanzaro che la C voleva abbandonarla, che ci ha provato non riuscendoci e che ci riproverà l’anno prossimo. E un altro che, invece, la C l’ha inseguita, l’ha voluta, l’ha conquistata qualche settimana fa dal punto di vista matematico e l’ha festeggiata proprio oggi, sul palcoscenico calcistico più importante della città, dove di solito a giocare sono i più quotati ragazzi. E’ il Catanzaro Femminile di mister Tato Sabadini, protagonista di una cavalcata formidabile nel campionato di Eccellenza rosa coronata oggi con l’ennesima vittoria contro le lucane della Raf Vejanum.

    CAVALCATA FORMIDABILE – Quindici a zero il risultato finale contro le viggianesi al “Ceravolo” (cinque gol di Cardone, tre di Romeo, due di Verrino e Squillacioti, poi Cardamone, Corona ed un’autorete) e quattordicesima vittoria su quattordici incontri per le aquilotte. Stagione insomma da incorniciare, coronata nel migliore dei modi, con un primo posto mai messo in discussione, un campionato terminato a punteggio pieno e numeri da record anche per ciò che concerne le marcature con centotrentacinque gol realizzati a fronte di solo quattro subiti e ben tre giocatrici (Romeo, Verrino e Cardone) sul podio generale dei cannonieri. Un crescendo entusiasmante partito dal sedici a zero rifilato all’AZ Picierno nella prima giornata, proseguito poi con larghe vittorie anche contro Atletico Avigliano, Potenza, Coscarello Castrolibero, Rionero e appunto Raf Vejanum. Senza dimenticare i derby contro il Cosenza, entrambi vittoriosi per le giallorosse, con affermazioni senza appello sia in terra bruzia (1-3) che sui tre colli (4-0). 

    ENTUSIASMO – Grande la gioia al triplice fischio dell’ultima gara con i circa duecento tifosi sugli spalti ad applaudire le ragazze per il meritato traguardo. «Abbiamo dimostrato a tutti che noi di Catanzaro siamo forti – ha commentato subito dopo l’abbraccio alla squadra mister Sabadini – Quest’anno siamo stati superiori e l’anno prossimo puntiamo a fare un campionato di transizione cercando magari di guadagnarci i playoff». Ci sarà da crescere ancora però, da mettere dentro altra benzina con, si spera, un maggiore apporto anche da parte della città. «Ci mancano ancora cinque o sei ragazze – ha proseguito il coach – il prossimo torneo sarà lungo e duro e la rosa al momento è ancora troppo ristretta. La risposta della città? Quest’anno è stata tiepida, mi auguro che il prossimo anno il gruppo venga preso in considerazione come succede anche in altre realtà». E il messaggio va anche alla società maschile: quell’US Catanzaro che per ora ha concesso l’affiliazione alle ragazze, rappresentata al “Ceravolo” dal responsabile Frank Santacroce. «Una chiusura in bellezza» l’ha definita il capitano Cardamone, emozionata di poter giocare nello stadio in cui tante volte è venuta a supportare proprio i colleghi maschi: «Ce lo siamo meritato – ha detto – la più grande soddisfazione è far parte di un gruppo davvero unito capace di mettere insieme tanti successi di fila. Il prossimo anno? Ci penseremo con calma: abbiamo davvero tutte le carte in regola per fare benissimo». Giusto così: ora, invece, è il tempo dei brindisi e dei sorrisi.

    Più informazioni su