Atletica per tutti: la scuola in prima linea con le diverse abilità

Itas Chimirri, Liceo Siciliani, Fiamma Atletica e Uisp Catanzaro per il diritto allo sport dei disabili con la seconda edizione del progetto "Atletica Per tutti" 

Più informazioni su


    Si è tenuto presso il campo scuola “Pietro Mennea” di Catanzaro, la manifestazione finale che ha concluso la seconda edizione del progetto scolastico “Atletica per tutti”, promosso dall’Istituto Tecnico Statale “Bruno Chimirri” di Catanzaro e incentrato sull’attività sportiva per alunni normodotati e alunni con disabilità motoria e cognitiva. Il progetto, fortemente voluto dal Dirigente Scolastico Antonio Carioti, oltre alla partecipazione della scuola stessa ha visto per il secondo anno consecutivo la appassionata adesione della gloriosa società sportiva Fiamma Catanzaro, attiva con grande successo nel settore dell’atletica sin dal 1971; e della UISP di Catanzaro, ente di promozione sportiva nazionale che dal 1978 è impegnata nel capoluogo a promuovere lo sport per tutti con la presenza del Responsabile provinciale Prof. Felice Izzi.

    Quest’anno all’evento finale ha partecipato anche una delegazione del Liceo Scientifico “Luigi Siciliani” guidata dal docente Bruno Spina; la Dirigente Scolastica del Liceo, Francesca Bianco, ha infatti accolto con entusiasmo l’invito condividendone appieno le finalità di inclusione e integrazione. Il progetto, partito lo scorso anno, è servito infatti a migliorare le capacità motorie degli alunni attraverso la pratica di un’attività di base completa e aggregante quale l’atletica leggera, che allo stesso tempo si è dimostrata utile strumento anche per aumentare le esperienze dei ragazzi, l’autostima, il rispetto delle regole, l’inclusione sociale. Infatti alle attività sportive hanno partecipato ragazzi e ragazze diversamente abili che, insieme a tutti gli altri compagni di classe, hanno corso, saltato, lanciato e sudato tutto l’anno gomito a gomito sui campi della scuola; una integrazione fisica e reale, questa, che era in fondo l’obiettivo primario del progetto. I ragazzi sono stati seguiti durante le attività dai due tecnici della Fiamma Atletica Catanzaro Marcello Mondilla e Piero Mirabelli, e dai docenti della scuola, coordinati dalla professoressa Paola Chiodi, referente del progetto.

    I ragazzi, si sono cimentati nel campo sportivo in dimostrazioni non agonistiche sulle varie discipline dell’atletica: corse veloci; salto in lungo; lancio del vortex e del peso leggero; e una staffetta di gruppo “inclusiva” per salutarsi. Alla fine dell’evento organizzato dal sono stati consegnati dall’Assessore Alessandra Lobello gli attestati di partecipazione alle attività e premiati con medaglia tutti i concorrenti che hanno gareggiato nelle varie attività ; tutti (i primi come gli ultimi) hanno avuto la stessa medaglia per sottolineare il carattere non agonistico ma inclusivo delle prove, che servono a mostrare a genitori e compagni i progressi ottenuti e soprattutto a ribadire che praticare lo sport, e soprattutto l’atletica che è propedeutica a tutti gli altri sport, deve essere un diritto di tutti, perché fa bene all’individuo e può servire a limitare l’emarginazione. Una “Atletica per tutti”, appunto, come suggerisce il titolo del progetto, che davvero serva ad avvicinare tutti a quell’obiettivo finale che di solito chiamiamo “inclusione sociale”.

    Più informazioni su