Maturità, ansie e speranze al Liceo Classico (video)

"Stanotte non ho dormito", dicono in molti prima di entrare in aula 

Più informazioni su


    L’emozione della notte prima degli esami ha accompagnato anche i maturandi del Liceo Classico Galluppi che questa mattina hanno affrontato con la giusta concentrazione la prima prova di italiano. Tutti i ragazzi dell’ultimo anno, come da tradizione, si erano ritrovati ieri davanti al cancello chiuso della scuola per esorcizzare l’ansia da esame, immortalando un momento che rimarrà per sempre impresso nei loro cuori e cantando insieme il classico di Venditti che ha unito tutte le generazioni, “Notte prima degli esami”. Questa mattina via allo svolgimento delle prove con gli studenti che, tra le diverse tipologie di temi, hanno in buona parte optato per il testo argomentativo, la tipologia B, con la traccia incentrata su “Istruzioni per l’uso del futuro”, libro del 2014 dello storico dell’arte e saggista Tomaso Montanari. Chiara Melina della VA ha motivato così la sua scelta: “era l’unica traccia sul quale mi sentivo sicura al cento per cento e che sapevo di poter svolgere con motivazioni convincenti e senza rischi”. Roberto Giglio (VD) ha invece preferito il tema sull’illusione della conoscenza, scienza e progresso, Antonio Scarpino (VC) ha invece scelto di affrontare la traccia su Stajano e l’eredità del Novecento. Particolare sorpresa per la traccia sullo sport, una scelta che, secondo i ragazzi, è stata particolarmente voluta dal Ministro. Le impressioni sono state in generale positive, ora che la “prima è andata”, l’attenzione è tutta proiettata verso la prova multidisciplinare di domani.

    D.I.

    Più informazioni su