Corso Mazzini, via vasi dalla carreggiata e corsia più ampia di 80 cm

Approvata la perizia di variante con le modifiche rispetto al progetto originario

Più informazioni su


    di Giulia Zampina

    E’ ancora tutto nelle carte il progetto per l’inversione del senso di marcia su Corso Mazzini. E’ infatti di ieri la delibera di giunta con la quale si autorizza una perizia di variante al progetto iniziale probabilmente con l’intenzione di allargare la carreggiata nei punti più critico dove l’installazione di paletti l’ha ristretta. Si legge infatti che lo scorso 10 giugno sono state ordinate le modifiche al progetto originario “Segnaletica orizzontale per determinare e disciplinare le nuove soste previste in corso d’opera, rimozione dissuasori lato sinistro secondo il nuovo senso di marcia dal San Giovanni a Piazza Garibaldi e opportuno e attento ripristino della pavimentazione esistente, con successivo spostamento e collocazione dei vasi (già esistenti su corso Mazzini) e il loro rinverdimento, sullo stesso lato ma 80 cm più a sinistra rispetto agli attuali dissuasori, con l’ordine di allargare la corsia per una immagine coordinata migliorativa uniformando e omogeneizzando le sezioni nei diversi tratti di Corso Mazzini, sempre nel rispetto della sicurezza dei pedoni nei marciapiedi a raso esistenti; ricollocamento limitrofo e adeguato della pensilina esistente a Piazza Roma, realizzazione di due stalli protetti per le navette a servizio della funicolare, sempre nel rispetto della sicurezza dei pedoni”.

    Più informazioni su